Cocaina

Fermo, 20 febbraio 2018 - Utilizzava il suo negozio per nascondere e spacciare la droga. La cosa non è sfuggita alla polizia che, durante la quotidiana attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, operata prevalentemente sulla fascia costiera del Fermano, ha notato ha Lido Tre Archi la presenza di una vettura in sosta a motore acceso davanti ad un esercizio commerciale. A seguito di una continua attività di monitoraggio, quel negozio è risultato essere luogo di spaccio e approvvigionamento dei tossicomani, sia locali che provenienti da fuori.

Durante l’appostamento gli agenti della sezione anticrimine hanno visto uscire un trentunenne di origine partenopea, tale A.S, attualmente senza fissa dimora, che è stato seguito e successivamente fermato a distanza. Dal controllo eseguito è emerso che il S.A. era in possesso di una dose di cocaina che si presumeva avesse acquistato poco prima. Da questo spunto investigativo gli uomini del commissariato hanno proceduto ad un’immediata perquisizione dell’esercizio commerciale e hanno avuto la conferma dei loro sospetti: effettivamente lo dose era stata acquista nel negozio, dove è stata rinvenuta altra cocaina, circa 10 grammi, pronta per essere ceduta ad altri eventuali consumatori.

Il titolare F.M.,57 anni, di Porto Sant’Elpidio, è stato accompagnato nel commissariato di Fermo dove, dopo le analisi preliminari eseguite dalla polizia scientifica, è stato denunciato alla Procura della Repubblica per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.
L’acquirente a sua volta, dichiaratosi assuntore abituale, è stato invece segnalato amministrativamente alla prefettura per i provvedimenti del caso.