Ambulanza
Ambulanza

Fermo, 12 luglio 2018 - Lo hanno fermato per un controllo, perché infastidiva in passanti, ma la sua reazione è stata violenta, tanto che, durante la colluttazione con i carabinieri, ha spezzato una gamba ad uno dei militari intervenuti. E’ accaduto questo pomeriggio in via Tirassegno e protagonista della brutale aggressione ai militari del nucleo radiomobile è stato un nigeriano. Erano circa le 14 quando alcuni residenti hanno segnalato al 112 che uno straniero, in forte stato di agitazione, stava infastidendo alcuni passanti. I carabinieri sono subito intervenuti sul posto, ma, quando hanno avvicinato il nigeriano, di tutta risposta si sono visti aggredire.

“Ha iniziato a picchiare a colpi di karate usando gambe e mani – racconta uno dei residenti che ha assistito al fatto – sembrava una persona ben addestrata al combattimento. Poi con un calcio secco ha centrato uno dei militari al ginocchio. E’ stato un colpo portato con precisione e ben assestato”. C’è voluto l’arrivo di altre due pattuglie e sei uomini per immobilizzare l’africano. Dopo l’identificazione per il nigeriano è stato disposto il trattamento sanitario obbligatorio ed è stato ricoverato nel reparto di psichiatria del “Murri”. Sul posto per il ricovero dello straniero e per soccorrere i carabiniere ferito, sono intervenuti i sanitari del 118 e della Croce Verde di Fermo. Il militare, una volta giunto a pronto soccorso, è stato sottoposto ad una radiografia, che ha evidenziato la frattura di una rotula.