Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
18 mag 2022

Ospedale amico dei bambini, parte il processo di accreditamento del Murri

La dottoressa Pieragostini ha organizzato il primo di tre aggiornamenti sulla pratica per l’allattamento al seno secondo i dettami Oms

18 mag 2022

Un ospedale amico dei bambini, vicino e attento alle loro esigenze. Parte il processo di accreditamento dell’ospedale Murri come Ospedale Amico dei bambini secondo l’Organizzazione mondiale della sanità e l’Unicef su iniziativa di Luisa Pieragostini, direttore della Uoc pediatria e neonatologia sostenuta da Alberto Maria Scartozzi direttore del dipartimento materno infantile e direttore della ostetricia e Ginecologia, dell’Ospedale Murri. La dottoressa Pieragostini forte dell’esperienza acquisita sia a Roma sia a Reggio Calabria, ha organizzato il primo di tre aggiornamenti, ognuno di tre giorni per complessive 22 ore ad edizione, per la promozione e pratica per l’allattamento al seno secondo i dettami Oms Unicef e sotto l’egida della Società italiana di Neonatologia. Il corso è alla base dell’accreditamento per un Ospedale Amico del bambino perché è necessario che tutto il personale del dipartimento materno infantile risulti essere formato. Oltre alla pediatra, sono stati chiamate come docenti due infermiere certificate dell’ospedale San Filippo Neri, Clelia Sabino e Giovanna Di Ventura che hanno già effettuato questo percorso con la Pieragostini a Reggio Calabria. "Il percorso per l’accreditamento deve rispettare quelli che sono i dieci passi Oms Unicef, spiega il primario, e grazie al lavoro del personale ostetrico sotto la guida della coordinatrice Lucia Ercoli e a quello infermieristico con Tiziana Baglioni, il Dipartimento materno infantile è già a un buon punto". Il Dipartimento materno infantile durante la pandemia ha rispettato le raccomandazioni della società italiana di neonatologia per mantenere l’allattamento al seno nonostante le limitazioni. Tra i punti fondamentali imposti da Oms e Unicef c’è la necessità di sostenere le madri per iniziare e poi consolidare l’allattamento al seno aiutandole a gestire le difficoltà più comuni, tenendo insieme mamme e piccoli per tutto il tempo del ricovero e accompagnandole nel ritorno a casa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?