Parte il recupero del palazzo storico

L’edificio di via della Repubblica era stato danneggiato dal sisma del 2016, Rotoni: "Finalmente si parte"

Parte il recupero del palazzo storico
Parte il recupero del palazzo storico

Lo scorso 25 maggio è stato aperto il cantiere che consentirà di ammodernare e riqualificare la struttura comunale che oggi ospita l’asilo nido e il centro socio educativo ‘Albero dei Talenti’ di Servigliano. Una struttura storica danneggiata dal sisma del 2016, che svolge una funzione preziosa per i residenti non solo di Servigliano ma di tutta la media Valtenna, che oltre ad essere recuperata dal punto di vista strutturale verrà riqualificata per essere resa più funzionale versi i suoi utilizzatori. "Dopo aver rivisitato il prezziario in seguito all’aumento dei prezzi delle materie prime – spiega il sindaco Marco Rotoni – che ha provocato anche un leggero allungamento dei tempi e portato il valore complessivo dell’intervento a circa 3 milioni di euro. Sono state svolte tutte le procedure di appalto e assegnazione dei lavori. Il 25 maggio è stato ufficialmente aperto il cantiere che ci consentirà di riqualificare l’edificio sito in via della Repubblica. Le opere prevedono due filoni d’intervento: il primo per adeguamenti e migliorie sismiche dal punto di vista strutturale, a cui seguiranno importanti operazioni di ammodernamento. Nel secondo caso si tratta di lavori accessori però destinati a migliorarne la vivibilità: sostituzione di infissi e impianti tecnologici, che ci permetteranno anche risparmiare energia e quindi abbassare anche i costi di gestione nel prossimo futuro; è prevista anche la realizzazione in esterno di un ascensore e visto che si tratta di un edificio storico dai soffitti molto alti, la riprogettazione prevede recuperare parte di questo spazio e realizzare quindi un terzo piano aggiuntivo che potrà essere utilizzato e messo a servizio della collettività".

Questo il progetto in linea di massima che l’amministrazione comunale sta seguendo nei dettagli anche perché ospiterà due funzioni molto sensibili per la comunità. "Questi interventi – conclude Rotoni - ci consentiranno di riconsegnare una struttura più sicura, moderna e funzionale ai suoi fruitori. Al suo interno infatti, svolgevano e torneranno a svolgere le loro attività gli ospiti del centro socio educativo Albero dei Talenti, che raccoglie ragazzi da tutta la media Valtenna e i bambini dell’asilo. Questo edificio svolge da anni una preziosa funzione sociale, ma non ha mai avuto un nome, per questo motivo stiamo pensando anche ad un nome di riferimento che rispecchi questa funzione a cui vorremo intitolarlo".

Alessio Carassai