Fermo, 9 marzo 2018 - La polizia anticrimine, nel primo pomeriggio di giovedì, ha rintracciato un 19enne fermano residente in centro, traendolo in arresto su disposizione di una custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Fermo, per i reati di lesioni e maltrattamenti in famiglia aggravati, poiché commessi pure nei confronti del fratello minorenne.

“Il tutto è scaturito – spiega il dirigente del commissariato di Fermo, Filippo Stragapede – dalla sua tossicodipendenza da droghe pesanti e continue richieste di denaro ai due malcapitati genitori. Il ragazzo, già colpito da un provvedimento di allontanamento familiare e divieto di avvicinarsi ai due genitori, aveva continuato a porre in essere comportamenti antigiuridici nei confronti dei familiari, tanto che il gip ha disposto l’aggravamento della misura cautelare precedente”. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato al carcere di Fermo a disposizione dell’autorità giudiziaria.