Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Più servizi nella spiaggia per disabili

Saranno sistemate delle docce e un servizio igienico, il Comune investe 15mila euro per i nuovi materiali

L’anno scorso sono state acquistate nove sedie ’job’
L’anno scorso sono state acquistate nove sedie ’job’
L’anno scorso sono state acquistate nove sedie ’job’

Ad ogni estate, la spiaggia riservata ai disabili che possono andare al mare come tutti, in piena sicurezza e senza barriere architettoniche di sorta, prende sempre più corpo. Dopo aver realizzato camminamenti e piazzole per gli ombrelloni con l’intento di agevolare l’accesso e la fruizione della spiaggia da parte dei diversamente abili e dei loro familiari, l’amministrazione comunale ha acquistato, lo scorso anno, 9 sedie ‘job’, dotate di ruote speciali e studiate per la balneazione di soggetti portatori di handicap che possono entrare facilmente in acqua o passeggiare sul bagnasciuga e le ha consegnate ad altrettanti stabilimenti balneari e villaggi turistici. Quest’anno, si fa un ulteriore passo avanti prevedendo "di raddoppiare l’allestimento esistente e realizzare un servizio igienico completo di docce attrezzato all’uso da parte di disabili". Un progetto redatto dall’ufficio tecnico comunale, il cui costo stimato è di 15.100 euro, ma l’obiettivo sarà raggiunto a costo zero per il Comune in quanto si faranno carico dell’acquisto dei materiali, della realizzazione degli allacci fognario, idrico ed elettrico e del servizio igienico, la società Farmacie Comunali, le ditte Malaspina Manuel e Tecnaco di Pieroni e Cartini, e Mauro Bettoni tutti di Porto Sant’Elpidio.

Nel dettaglio, il progetto prevede un locale di 4,20 per 2,30 metri che dovrà ospitare un servizio igienico a misura di disabili, e un locale di rimessaggio; docce esterne attrezzate per l’uso di soggetti con limitate capacità motorie; il completamento dei percorsi in spiaggia con l’allestimento di 4 postazioni per diversamente abili realizzate con materiale plastico di nessun impatto ambientale ma comodo per chi ne dovrà usufruire. Tutto questo, sarà realizzato in un tratto di spiaggia demaniale individuato insieme all’associazione di famiglie di ragazzi disabili ‘La Crisalide’, nella cosiddetta ‘quadrata’, sul lungomare centro, facilmente accessibile anche dal punto di vista della viabilità. L’operazione, dunque, sarà interamente finanziata da privati e dalla società partecipata dal Comune che si sono impegnati a completarla in tempo per la stagione estiva ormai imminente e che, come contropartita, hanno chiesto all’amministrazione che venisse apposta una targa con i riferimenti di chi si è fatto carico della spesa e della realizzazione di strutture e servizi oltre a un adeguato ritorno pubblicitario e d’immagine per i promotori.

Marisa Colibazzi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?