Fermo, 31 agosto 2018 - L’estate sta finendo e il brusco calo delle temperature viene associato allo spauracchio dei genitori che devo acquistare i testi scolastici per i propri figli. La fatidica data è alle porte: lunedì 17 settembre gli studenti di tutte le Marche torneranno sui banchi di scuola. L’appuntamento con il rientro prospetta tutte le spese da sostenere, la più onerosa è sicuramente quella dei manuali. La lista degli articoli da portare a casa sembra non finire mai e, come ogni anno, il costo aumenta. Dal consueto monitoraggio effettuato dall’ Onf (Osservatorio Nazionale Federconsumatori) i prezzi del materiale scolastico registrano un incremento del + 8% rispetto allo scorso anno. I libri di testo sono diventati una voce onerosa nel bilancio della spesa familiare che viene messa a dura prova ogni anno all’inizio di settembre. Dall’alto, il Ministero dell’Istruzione, controlla i tetti di spesa previsti per i manuali per evitare che vengano superati.

Nota positiva, l’ingresso nel mondo scolastico non sembra troppo costoso perchè i testi per le scuole elementari sono gratuiti. Per la prima media il budget si aggira intorno ai 250-260 euro, per la seconda scende a 170 euro e infine, uno studente di terza media per i manuali scolastici spende in media 200 euro. Per le superiori i prezzi aumentano: 320 euro il budget per gli istituti tecnici e la ragioneria, sale vertiginosamente a 340 euro per i liceli: picco massimo al Classico che si conferma anche quest’anno la scuola più costosa dal punto di vista dei libri di testo.

"La spesa che i genitori si trovano ad affrontare è sicuramente gravosa – commenta Massimo Cataldi della cartolibreria e libreria Cdn di Fermo –. Un manuale di letteratura italiana per le superiori costa intorno alle 40-60 euro, un libro di matematica di base non meno di 50 euro". Visti i costi, sempre più genitori e studenti si rivolgono al mercato del libro usato, notevolmente in crescita negli ultimi anni. Gettonati anche gli acquisti on line sia di testi di seconda mano che nuovi. Fra gli articoli meno venduti in cartolibreria e cliccatissimi in rete, i dizionari: i tradizionali GI di greco e IL di latino sono marcati a 111,50 euro; un Garzanti mono lingua (italiano, inglese, francese o tedesco) si aggira intorno alle 32 euro. Più economica la versione tascabile, la si può portare a casa alla modica cifra di 12,50 euro.