Quotidiano Nazionale logo
14 apr 2022

Quarta dose per over 80 Fermo, vaccinazioni da martedì

Oggi il via alle prenotazioni per gli over 80 e i soggetti fragili che hanno più di 60 anni. La farmacia comunale si prepara alle prime somministrazioni

angelica malvatani
Cronaca
Il direttore dell’Area Vasta sottolinea che sono in corso riunioni organizzative
Il direttore dell’Area Vasta sottolinea che sono in corso riunioni organizzative
Il direttore dell’Area Vasta sottolinea che sono in corso riunioni organizzative

di Angelica Malvatani

È già tempo della quarta dose per le persone con fragilità, è di nuovo ora di proteggere gli anziani e i malati contro un virus che non se ne è ancora andato. La Regione Marche fa sapere che da oggi si possono prenotare le persone con più di 80 anni e i soggetti con 60 e più anni in condizione di elevata fragilità per la quarta dose di vaccino anti Covid che possono anche presentarsi ai punti di vaccinazione del territorio. La platea di riferimento in provincia è di 13.114 prsone. A Fermo è ormai chiusa la sede della scuola don Dino Mancini, dove a breve partiranno i lavori di sistemazione, e si deve arrivare a Montegranaro. Il sito della Regione in realtà non ha ancora aggiornato l’indirizzo, restano validi invece gli orari, il martedì, mercoledì e giovedì, dalle 14 alle 20. Dopo oggi, ci si ferma anche in occasione delle festività di Pasqua e si riprende dal 19 al 21 aprile e a seguire dal 26 al 28 aprile. La prenotazione attraverso la Piattaforma Poste sarà invece possibile da questa mattina alle ore 10. Gli over 80 possono recarsi anche in farmacia, come al solito è disponibile la farmacia comunale che tante dosi ha già somministrato, con un lavoro immenso organizzato dal direttore Luciano Diomedi: "Noi saremo pronti da martedì, subito dopo Pasqua, ad oggi abbiamo finito le dosi ma ci verranno rifornite per quella data. Siamo pronti a ricevere anche gli ultra 80enni per la quarta dose, in questo periodo abbiamo assistito ad un notevole aumento della richiesta di vaccinazione da parte dei fermani, dovuto probabilmente al cambio sede del centro dell’Asur. Noi siamo comunque sempre a disposizione". Chi ha ricevuto le due dosi del vaccino del ciclo primario e la prima dose di richiamo booster, può accedere alla seconda dose booster dopo almeno 120 giorni da quella precedente. La dose aggiuntiva viene somministrata al fine di raggiungere un adeguato livello di risposta immunitaria. Verrà effettuata con i vaccini Pfizer o Moderna a prescindere da qualsiasi tipologia di vaccino somministrata in precedenza. Il direttore di Area vasta 4, Roberto Grinta, spiega che sono in corso proprio in queste ore riunioni organizzative: "A breve partiremo con la quarta somministrazione nelle strutture residenziali per anziani e soggetti fragili, è chiaro che è un virus che richiede una continua attenzione e con tutta probabilità una vaccinazione costante e ripetuta nel tempo, come succede già con le influenze di stagione". Come per le precedenti somministrazioni, nel caso in cui la persona si trovasse in difficoltà a raggiungere le sedi vaccinali può contattare il proprio medico di medicina generale che potrà programmare la vaccinazione a domicilio. Nel fermano sono oltre 98 mila le persone che hanno ricevuto la terza dose di vaccino, una buona copertura per una malattia che non sta dando problemi all’ospedale: "Non abbiamo più criticità – assicura – il reparto di malattie infettive, con il supporto di Campofilone, regge bene l’urto dei contagiati, i vaccini somministrati ci mettono al riparo dalla malattia grave e rendono meno complesso il lavoro dei sanitari".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?