Ancora una giornata di super lavoro per il laboratorio analisi dell’Area Vasta 4, oltre 120 i tamponi analizzati ieri, per lo più negative le risposte. Solo quattro le persone positive, tutte in isolamento domiciliare. Il primo caso riguarda una turista 60enne originaria di Forlì, straniero invece il secondo caso di cui...

Ancora una giornata di super lavoro per il laboratorio analisi dell’Area Vasta 4, oltre 120 i tamponi analizzati ieri, per lo più negative le risposte. Solo quattro le persone positive, tutte in isolamento domiciliare. Il primo caso riguarda una turista 60enne originaria di Forlì, straniero invece il secondo caso di cui però non si conosce l’origine. Gli ultimi due positivi sono un pakistano e un marocchino, tutti sono comunque a casa, in isolamento, senza sintomi importanti. Situazione dunque sotto controllo nel fermano, scongiurata anche l’ipotesi di un focolaio importate allo chalet di PortoSant’Elpidio dove è stata la turista umbra poi risultata positiva. Negativi i tamponi effettuati su chi ha preso parte alla serata. C’erano dei maceratesi e dei fermani, rintracciati grazie alle generalità fornite dal locale secondo le prescrizioni anti-Covid ma c’è anche chi ha voluto informare per proprio conto il medico di famiglia dicendo di aver partecipato alla festa nello stesso locale.

Dunque, nessun allarmismo ma l’attenzione resta alta. Attualmente, nel territorio fermano, sono due le persone ricoverate al Murri nel reparto di malattie infettive e senza necessità di cure intensive. Restano valide quindi le indicazioni da seguire e la raccomandazione alla prudenza, il consiglio di evitare assembramenti e contatti ravvicinati, di usare la mascherina sopratutto nei luoghi chiusi. È essenziale contenere i contagi, per garantire una serena ripresa dopo la pausa di Ferragosto. Fermo resta per il momento senza criticità e con il laboratorio analisi in prima linea per fotografare il fenomeno in tempi rapidi.

a. m.