Rifiuti, Fermo tra premi e inciviltà

Fermo premiata come Comune Plastic Free ma affronta anche il problema dell'abbandono di rifiuti. Due facce dell'ambientalismo cittadino in contrasto.

Rifiuti, Fermo tra premi e inciviltà

Rifiuti, Fermo tra premi e inciviltà

Fermo che prende premi, che si attrezza e va a pulire, che si sente partecipe dei malanni di cui soffre l’ambiente. E poi c’è la Fermo che abbandona, capace di lasciare un lavello sulla scarpata di via Bellesi, quintali di plastica ovunque e persino un carrello nei pressi del fiume Tenna. Sono i due volti dell’ambientalismo cittadino, il primo vede Fermo tra i comuni premiati nel prossimo mese di marzo a Milano come Comune Plastic Free 2024. Insieme ad altre 110 Città italiane, Fermo si è distinta, per il terzo anno consecutivo, nell’impegno verso l’ambiente, in particolare nelle diverse iniziative promosse dall’associazione Plastic Free di Fermo, il cui referente è Alessandro Sabbatini. L’elenco dei Comuni virtuosi è stato reso noto nei giorni scorsi dall’organizzazione nazionale Plastic Free, l’organizzazione di volontariato impegnata dal 2019 nel contrastare l’inquinamento da plastica, nel corso di una conferenza stampa alla Camera dei Deputati, con cui è stato comunicato che sono ben 111 i Comuni italiani che hanno superato la valutazione del comitato interno su ben 23 punti, basata sulla sensibilizzazione sul territorio, la gestione dei rifiuti urbani, le attività virtuose realizzate dall’Ente Comunale, la lotta agli abbandoni illeciti e la collaborazione con i referenti e i volontari locali Plastic Free. Dall’altra parte c’è il gruppo di volontari con Sonia Trocchianesi, ‘Nel nostro piccolo’, che continua a fare ritrovamenti sconvolgenti, praticamente ovunque, quantità immense di rifiuti, molti pericolosi, tutti dannosissimi per l’ambiente. I riconoscimenti a forma di tartaruga verranno consegnati alle Amministrazioni Comunali in una cerimonia ufficiale che si terrà il prossimo 9 marzo al Teatro Carcano di Milano, la speranza è che riescano a far capire a tutti che serve attenzione costante e precisa verso la casa di tutti, l’ambiente che ci circonda.