Scatta la pulizia per 1200 caditoie

L'amministrazione comunale di Sant'Elpidio ha provveduto a pulire le caditoie per la raccolta delle acque piovane, per prevenire allagamenti e pericoli per la pubblica incolumità. Si è deciso di affidare l'incarico a Ecoelpidiense e Pronto Intervento Sea, impegnando una somma di 20mila euro.

In vista dell’arrivo del brutto tempo, l’amministrazione ha ritenuto di provvedere a pulire le caditoie per la raccolta delle acque piovane, servizi che vengono svolti, solitamente, su richiesta dei residenti e quando sono previste piogge intense. Considerato che le caditoie presenti sul territorio cittadino sono 7mila, ad oggi il Comune non ha personale sufficiente ad intervenire su tutte (tant’è vero che il servizio è stato inserito nella gara d’appalto per il servizio di igiene pubblica ancora in corso di espletamento presso lo Sportello Unico Provinciale). Di qui la necessità per gli amministratori comunale di trovare una soluzione che consentisse di effettuare in tempi rapidi la pulizia almeno delle caditoie presenti in zona ritenute più a rischio e problematiche. Alla fine, la questione è stata risolta chiedendo un preventivo all’Ecoelpidiense (che gestisce, in regime di prorogatio, il servizio di igiene in città) e a Pronto Intervento Sea per provvedere alla pulizia di 1200 caditoie, prevedendo di impegnare una somma che si aggira sui 20mila euro. "Un intervento non procrastinabile – secondo gli uffici – onde scongiurare allagamenti e pericoli per la pubblica incolumità".