Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

SCUOLA MEDIA CESTONI MONTEGIORGIO

Ci sono diverse armi che non dovrebbero essere utilizzate. Bombardare civili indifesi è un crimine atroce

Il 24 febbraio. alle 5 del mattino la Russia ha dato il via all’invasione dell’Ucraina
Il 24 febbraio. alle 5 del mattino la Russia ha dato il via all’invasione dell’Ucraina
Il 24 febbraio. alle 5 del mattino la Russia ha dato il via all’invasione dell’Ucraina

La guerra è un conflitto aperto e dichiarato tra due o più Stati e nella sua forma più cruenta si fa ricorso alle armi. Essa va ad influenzare la cultura, l’arte, l’economia dei Paesi coinvolti e purtroppo esiste fin dall’antichità, ma non ha mai portato conseguenze positive, solo distruzione e morte. Diversi sono stati i conflitti che si sono susseguiti nella storia dell’umanità con cause molteplici e svariate, che vanno dalle tensioni politiche agli interessi economici. La guerra è presente nel Dna dell’uomo sin dalla preistoria e man mano che il tempo è trascorso si è sempre di più evoluta con armi letali e distruttive. Basti ricordare che le due guerre mondiali hanno portato milioni di morti, problemi economici ed interi Paesi dilaniati. Utilizzare la violenza e privare dei diritti fondamentali gli altri popoli non è mai la strada giusta per risolvere i conflitti, ma essendo tutti dotati della capacità di esprimersi, bisognerebbe usare le parole. In questo periodo è in corso il conflitto tra Russia e Ucraina e sembra assurdo che nel 2022, dopo tutto quello che i nostri nonni o i nostri predecessori hanno vissuto durante le guerre, ci siano ancora persone che pensano di poter risolvere i problemi di uno Stato combattendo. Il presidente della Russia Putin ha deciso di attaccare l’Ucraina per diversi motivi, ma nessuno è abbastanza valido da giustificare la morte di così tante persone.

Il 24 febbraio scorso, alle 5 del mattino, la Russia ha dato inizio all’invasione dell’Ucraina e ad oggi i Russi hanno assoggettato molte città ed avanzano verso l’Occidente, facendo stragi di civili che cercano di scappare in luoghi più sicuri.

Si può pensare che in guerra non ci siano regole, ma non è così: ci sono diverse armi che non dovrebbero essere utilizzate e soprattutto bombardare civili indifesi deve essere considerato un crimine contro l’umanità. In questi giorni stiamo facendo le nostre attività normalmente, ma dobbiamo pensare che in altre parti del mondo ci sono persone della nostra età che, a causa della guerra, sono costrette a nascondersi e che sono state private anche del diritto di andare a scuola. Da questi avvenimenti quindi dobbiamo imparare ad apprezzare anche le piccole cose che ci sembrano banali. Come sappiamo la guerra nasce dalla voglia di dominare gli altri e noi, anche se siamo giovani, dobbiamo cercare di mantenere un clima di pace negli ambienti che frequentiamo, evitando di ‘passare alle mani’, quando non si riesce ad arrivare alla soluzione.

Classe II A

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?