Arresto della polizia
Arresto della polizia

Fermo, 16 marzo 2019 - Era divenuto uno dei principali canali di rifornimento di droga nel territorio e, nonostante sia un incallito tifoso del Napoli – viste le origini partenopee –, aveva incentrato la sua attività illecita nello Juventus club di Porto Sant’Elpidio, di cui è il gestore. La cosa non è sfuggita alla polizia, che lo teneva d’occhio perché fino a pochi giorni fa sottoposto all’obbligo di firma. Così, a seguito di un accurato servizio finalizzato a debellare il fenomeno del traffico di sostanze stupefacenti lungo la costa adriatica fermana, gli uomini della squadra mobile hanno arrestato Edoardo Politelli, un 36enne residente a Porto Sant’Elpidio di origini napoletane.

Politelli, aveva da qualche giorno terminato di scontare la misura cautelare con l’obbligo di firma presso un organo di polizia giudiziaria a cui era stato sottoposto per lo stesso reato, ma questo non gli aveva impedito di riorganizzare un fitto giro d’affari di compravendita di droga. Gli uomini delle questura, dopo aver osservato per giorni gli strani movimenti che avvenivano nel circolo elpidiense, hanno deciso di fare irruzione nel locale per una perquisizione, nel corso della quale il 36enne è stato trovato in possesso di vari involucri di sostanze stupefacenti del tipo cocaina e marijuana, destinati sia alla detenzione sia al frazionamento per la cessione. In totale sono stati sequestrati 300 grammi di marijuana in buste sottovuoto, 260 grammi di cocaina in diverse confezioni e un bilancino di precisione. Le indagini hanno portato a chiarire che l’ingresso all’edificio era monitorato da impianto di videosorveglianza, che permetteva al gestore del circolo di evitare controlli delle forze dell’ordine e l’ingresso a persone non desiderate. I precedenti di Politelli e le modalità dello spaccio, avvalorate dalle recenti indagini, hanno permesso di attuare, di iniziativa, il sequestro preventivo del circolo. Il giovane è quindi finito in manette ed è stato associato al carcere di Fermo. Politelli era stato già arrestato nel dicembre del 2017, sempre a seguito di un blitz della polizia, che aveva consentito di rinvenire, oltre a 2.500 euro, anche 300 grammi di cocaina purissima, mezzo chilo di marijuana e mezzo di hashish.