Le spiagge per cani nei lidi
Le spiagge per cani nei lidi

Fermo, 13 giugno 2019 - Torna il caldo e la meta per tutti è la spiaggia, la frescura, l’acqua del mare. E così torna pure la domanda di chi vive ‘a sei zampe’, in compagnia di un amico animale: posso portarlo in spiaggia o rischio la multa? L’ordinanza della Guardia costiera stabilisce che la battigia sia off limits per i quadrupedi, niente bagno e nemmeno passeggiate sulla sabbia, a meno che non ci siano spiagge attrezzate e dedicate proprio a questo.

A sud di Fermo, a Marina Palmense, c’è l’area privata dello Spinnaker, una zona per le sgambate, con la fontana, la possibilità di prenotare un addestratore e l’accesso alla spiaggia. Il campeggio, che ha da anni fatto questa scelta del tutto lungimirante, ha dato anche la disponibilità ad accogliere utenti che arrivino da fuori la struttura, qualora ci fosse disponibilità di ombrelloni. Magari si può provare prima che arrivi la stagione piena e si può azzardare un tuffo e due nuotate nel mare bello della costa sud.

La spiaggia di Marina in generale non è accessibile, nemmeno negli spazi liberi, lo è lo chalet Nicolina Beach, con la titolare Catia Luccerini che ha allestito anche uno spazio verde con la fontana per i quattro zampe ed è lieta di accoglierli senza però poter garantire l’accesso alla battigia. Lo dice il regolamento, lo stabilisce la guardia costiera, si può fare poco. Da nord a sud, l’unica zona per adesso accessibile, che sarà anche presto dotata di alcune attrezzature dedicate, è quella a sud di Lido di Fermo, proprio al confine con Casabianca, uno spazio che si recinterà per dare serenità a tutti, ai bagnanti e ai proprietari dei cani: «C’è da parte nostra massima attenzione in questo – spiega l’assessore all’ambiente, Alessandro Ciarrocchi – in prospettiva abbiamo anche la concessione di uno stabilimento da attrezzare proprio per ospitare i cani, con tutte le strutture necessarie, le fontane, le recinzioni. Quest’anno non è stato possibile ma abbiamo la speranza di inaugurare per il prossimo anno. C’è già qualche soggetto interessato alla gestione e sarà una situazione bella e ordinata». Un progetto che rientra anche nei criteri della bandiera blu, un’esigenza manifestata da tanti turisti che viaggiano comunque con i cani e cercano servizi e possibilità.