Su il sipario per ’Teatri antichi uniti’. Ecco il programma della stagione

Dalle tragedie greche ai momenti ’aperiTau’. Eventi a Porto San Giorgio,. Falerone e Monte Rinaldo .

Su il sipario per ’Teatri antichi uniti’. Ecco il programma della stagione

Su il sipario per ’Teatri antichi uniti’. Ecco il programma della stagione

Un dialogo aperto, tra passato e presente, per regalare le emozioni del teatro che di fatto vive in uno spazio senza tempo. È la rassegna Teatri antichi uniti, promossa dalla Regione Marche con Amat e 14 Comuni del territorio, per il fermano ci sono Falerone, Porto San Giorgio e Monte Rinaldo. Tau offre ai cittadini e ai turisti l’opportunità di fruire i luoghi di interesse archeologico per la spettacolarizzazione restituendoli a un ampio uso, è un prezioso scrigno che esalta le ricchezze archeologiche della regione e i contenuti di spettacolo, da 26 anni un fiore all’occhiello della scena nazionale. La tragedia sofoclea e le stragi della resistenza si fondono nel racconto di Antigone, eroina tragica a cui Ascanio Celestini dà voce nel suo Le nozze di Antigone, il 24 luglio alla Rocca Tiepolo di Porto San Giorgio. Enrico Lo Verso e Paola Quattrini, tra i più rappresentativi interpreti della scena artistica nazionale, raccontano, in ’Itaca per sempre’, uno dei capolavori della letteratura mondiale. Il viaggio dell’eroe omerico e il suo ritorno a Itaca vengono raccontati magistralmente al pubblico da una prospettiva nuova e assolutamente originale, il 4 agosto nell’Area Archeologica La Cuma di Monte Rinaldo. L’ultima opera di Sofocle, rappresentata dopo la sua morte, ’Edipo a Colono’, vede invece in scena Giuseppe Pambieri e sua figlia Micol, nel ruolo di Antigone, insieme ad un cast di ottimi attori, il 9 agosto al Teatro Romano di Falerone. La tragedia di Sofocle non solo racconta la complessità imperfetta e meravigliosa dell’essere umano, ma ribadisce il diritto all’accoglienza dello straniero e il rispetto delle sacre leggi dell’ospitalità. La creatività marchigiana trova la sua valorizzazione in una serie di appuntamenti denominati ’Tau Made in Marche’ che offrono spunti e riflessioni di grande valore, incrociando percorsi con altre realtà che operano nel territorio, come Proscenio Teatro per Epos.

Tra i protagonisti, Stefano Tosoni e Stefano De Bernardin, due attori che saliranno sul palco, coadiuvati dalle loro capacità, dalle suggestioni della musica e dalla loro fantasia, e che faranno rivivere, tra il serio e il faceto, i grandi miti, i grandi racconti patrimonio dell’umanità.

Ad arricchire la proposta per il pubblico, prima di molti spettacoli tornano i momenti conviviali di ’AperiTAU’. Passeggiate di storia, visite guidate gratuite alle aree archeologiche e ad altri luoghi di grande interesse culturale, naturalistico e archeologico saranno tra le attrazioni in programma. Informazioni complete su programma, biglietti e orari di inizi su www.amatmarche.net.