Tra i cantieri del Pnrr. Ecco il centro sociale e la palestra polivalente

Il polo di aggregazione a Santa Petronilla ricostruito sulle macerie del vecchio. A Marina Palmense la struttura potrà ospitare calcetto, pallavolo e basket.

Tra i cantieri del Pnrr. Ecco il centro sociale e la palestra polivalente

Tra i cantieri del Pnrr. Ecco il centro sociale e la palestra polivalente

Lavori in corso in città, i fondi Pnrr stanno cambiando anche il volto di Fermo e tante le strutture che stanno nascendo, a nord e a sud della città. A Marina Palmense, proseguono i lavori per la costruzione della nuova palestra, eseguiti dalla ditta F.lli Loiudice che, dopo aver completato la parte strutturale del prefabbricato, sta provvedendo a diversi interventi come la predisposizione dell’impiantisca degli spogliatoi, sta concludendo la tinteggiatura interna ed i marciapiedi esterni per poi passare alla posa della pavimentazione. Con questa struttura la città ed il quartiere avranno a disposizione un nuovo impianto sportivo, in un’area di proprietà comunale, che sarà composto da due parti, uno per ospitare le attività sportive e l’altro i servizi. Una struttura dove poter praticare diversi sport, dal calcetto alla pallavolo al basket, di 90 posti. Il finanziamento, Pnrr per sport e inclusione sociale, appunto, vale un milione e 700 mila euro, un punto di aggregazione e socializzazione importante per la città tutta, spiega il sindaco Calcinaro. "Questa nuova palestra rappresenterà un’ulteriore azione verso lo sviluppo di questo quartiere, che sta crescendo sempre più", ha sottolineato il vice sindaco Mauro Torresi.

Si procede speditamente anche per la realizzazione del nuovo centro sociale di Santa Petronilla. In cantiere i lavori, condotti dalla ditta B-Tekna srl, che vedono in questi giorni la predisposizione delle armature per i pilastri. Il nuovo centro, che sorgerà al posto di quello precedente che è stato demolito, avrà delle caratteristiche moderne e funzionali e sarà polivalente: complessivamente sarà di 260 mq, una sala di 110 mq, cucina, servizi, spogliatoi, sarà sismicamente adeguato, con prestazioni energetiche di livello che consentiranno grandi risparmi energetici per il riscaldamento e l’illuminazione. Sarà una struttura che sarà dotata, infatti, anche di corpi illuminanti a bassissimo consumo e sul tetto verrà installato un impianto fotovoltaico. In questo caso sarà essenziale dialogare con il centro sociale, per capire che destinazione dare ai nuovi spazi, vicini ad un poliambulatorio che è divenuto riferimento cittadino e non solo per la pediatria e che sta funzionando molto bene ed ai giardini con il parco che lo scorso anno sono stati oggetti di un completo restyling: "Del resto ricreare un polo di aggregazione era importante, proprio perché il ruolo dei centro sociali è sempre di fondamentale importanza nei quartieri e nella vita cittadina", commenta ancora il sindaco Paolo Calcinaro. "Abbiamo sempre creduto nel ruolo essenziale dell’aggregazione e della socialità e la ricostruzione di questo nuovo centro sociale ne è una nuova dimostrazione. L’attenzione e la cura verso i luoghi di socializzazione un obiettivo che perseguiamo da sempre", ha aggiunto l’assessore alle Politiche Sociali Mirco Giampieri.