Tributo a Gershwin, i ruggenti anni Venti rivivono con il trio

Il Beltrani Modern Piano Trio si esibirà oggi alle 17 alla Pinacoteca Nazionale in un concerto tributo a George Gershwin, con opere iconiche come 'Rhapsody in Blue'. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Tributo a Gershwin, i ruggenti anni Venti rivivono con il trio

Tributo a Gershwin, i ruggenti anni Venti rivivono con il trio

Oggi, alle 17, il salone d’onore della Pinacoteca Nazionale risuonerà delle note di melodie immortali con il Beltrani Modern Piano Trio: Pietro Beltrani al pianoforte, Daniele Negrini al violino e Tiziano Guerzoni al violoncello.

Il concerto, organizzato da Bal’danza, sarà un vibrante tributo a George Gershwin, una figura che incarna la quintessenza del suono dei ruggenti anni Venti americani. Un genio musicale autodidatta che ha sapientemente intrecciato la tradizione classica occidentale con i generi e gli stili emergenti dell’America contemporanea, in particolare il jazz e le influenze latinoamericane. Nel programma alcune delle opere più amate di Gershwin: l’iconica ‘Rhapsody in Blue’, composta esattamente 100 anni fa, è stata eseguita dallo stesso Gershwin al pianoforte davanti a un pubblico che includeva luminari delle sette note come Stravinsky, Stokowsky, Kreisler e Rachmaninov. Sarà poi la volta di una selezione affascinante di canzoni scritte su testi del fratello Ira, per concludere con l’altrettanto celebre brano ‘Un Americano a Parigi’, scritto in seguito al viaggio intrapreso in Europa per venire a conoscere compositori che ammirava e con cui voleva studiare, primo su tutti Maurice Ravel. Ingresso al museo gratuito, fino ad esaurimento posti, a partire dalle 16.30.