Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Fermo, Confindustria rilancia. “Dall’area di crisi si può ripartire”

Melchiorri: “Bisogna trasformare le difficoltà in risorsa, ma serve un cambio di cultura imprenditoriale” 

 

Ultimo aggiornamento il 24 gennaio 2018 alle 14:13
Giampietro Melchiorri, presidente di Confindustria Fermo

Fermo, 24 gennaio 2018 – L’area di crisi complessa può diventare il volano del Fermano. Ne è convinto Giampietro Melchiorri, presidente della territoriale di Confindustria. Secondo il leader degli industriali, dentro il provvedimento in discussione al Ministero dello Sviluppo Economico, anche se “può sembrare un paradosso, ci sono molte misure utili a una ripartenza”.

Tuttavia, spiega, “serve un cambio di cultura imprenditoriale, perché l’area di crisi complessa ha in sé strumenti destinati allo sviluppo di ogni settore, ma favorisce chi investe più di un milione e mezzo”. Una somma che appare lontana dalla tipologia imprenditoriale fermana. “In realtà – rilancia Melchiorri – ci sono già imprese pronte a investire, perché abbiamo un comparto tecnologico e meccanico di primo livello”.

“Non va criticata l’area di crisi – sottolinea -, ma va capita, sempre che il Governo accetterà la nostra proposta che permette a più imprenditori di unirsi in un unico progetto che tiene insieme un solettificio e una conceria con un produttore, per fare un esempio”. E aggiunge: "Su questa evoluzione il tavolo di confronto avuto con la viceministra Teresa Bellanova ci ha lasciato più di una certezza".

Infine, Melchiorri manda un messaggio agli industriali fermani: “Chi è intenzionato a investire in tecnologie e capitale umano, aspetti un mese ancora, perché l’approvazione permetterà di usufruire di sgravi che arrivano al 30%”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.