Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Fermo, Sara Santori alla guida degli Accessoristi italiani

L’imprenditrice di Monte Urano eletta all’unanimità presidente di Unac 

Ultimo aggiornamento il 7 dicembre 2017 alle 20:33
Sara Santori (Foto Zeppilli)

Fermo, 7 dicembre 2017 – Da poco al vertice della sezione accessoristi della neonata Confindustria Centro Adriatico, Sara Santori fa il bis. La giovane imprenditrice di Monte Urano della Conceria Nuvolari e della Santori Pellami è stata eletta presidente dell’Unione Nazionale Accessori e Componenti per calzature (Unac). All’unanimità. Ora il settore moda italiano è guidato da due donne fermane: la Santori, appunto, e Annarita Pilotti, numero uno di Assocalzaturifici.

Giampietro Melchiorri, presidente di Confindustria Fermo, commenta con soddisfazione la notizia: “Una nomina che dà importanza al nostro territorio, che dimostra come il distretto fermano maceratese, leader nel settore calzature, sia un punto di riferimento anche per chi di scarpe e borse è una componente fondamentale”. “L’interazione con gli altri distretti – dice la Santori -, mi permetterà di accrescere le mie conoscenze e di portare la mia esperienza accumulata nell’azienda che guido insieme alla mia famiglia”.

L’11 dicembre si terrà a Fermo l’anticipazione delle nuove collezioni moda in accordo con Lineapelle, l’esposizione di riferimento mondiale del settore con i suoi 22mila visitatori. La neo presidente rappresenterà un’associazione formata per il 35% da chi si occupa di tomaie, il 43% da chi lavora prodotti per i fondi e il 15% da chi tratta i materiali sintetici; 200 aziende che superano i 3 miliardi di euro di produzione: “Sono numerosi gli ambiti in cui cercherò di incidere insieme con la nuova squadra, il consolidamento del brand Lineapelle, la comunicazione e la formazione”. I clienti di riferimento per gli accessoristi di Unac sono il mondo della pelletteria, cresciuta in doppia cifra (+11%) nei primi nove mesi dell’anno, e il calzaturiero, che ha chiuso lo stesso periodo con un +2%.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.