Con l'Albinoleffe la Fermana non va oltre lo 0-0 (Foto Zeppilli)
Con l'Albinoleffe la Fermana non va oltre lo 0-0 (Foto Zeppilli)

Fermo, 2 dicembre 2018 - La Fermana manca il ritorno alla vittoria. Contro le barricate dell’Albinoleffe (in fase di non possesso gli uomini di Marcolini hanno difeso in sette-otto dietro la linea della), nulla possono i canarini: la sfida finisce 0-0. La Fermana reclama per due presunti rigori e per una serie di falli lasciati impuniti dal signor Pashuku.

La Fermana parte forte è al 7’ va vicina al gol; cross di D’Angelo per Cognigni che si vede respingere d’istinto da Coser il colpo di testa da sotto misura. Al 15’ è la volta di Lupoli, che da fuori manda all’incrocio: Coser ci arriva con la punta delle dita e mette in angolo. Ancora Lupoli al 25’ arriva col passo lungo e alza troppo la mira.

Al 45’ si vede in area l’Albinoleffe con Sibilli anticipato da un attento Ginestra. All’ultimo istante del recupero (4 minuti) su azione d’angolo Soprano va più in alto di tutti e fa gridare al gol: palla al lato di un nulla a Coser battuto.

La ripresa inizia con l’Albinoleffe che sembra aver preso meglio le misure alla Fermana. Per lunghi tratti il gioco ristagna a metà campo fino al 26’, quando Destro ridisegna la squadra: dentro Maurizi e Cremona, per Clemente e Cognigni. La Fermana inizia il forcing e al 29’ Giandonato su punizione fa gridare al gol: palla fuori di un soffio.

Un minuto dopo Coser si supera in angolo su tiro di Misin sugli sviluppi del quale la Fermana reclama il rigore, ma l’arbitro lascia correre tra le vivaci proteste dei canarini: ne fa le spese Giandonato che viene ammonito. Due minuti dopo, sul secondo angolo consecutivo Soprano pizzica la traversa. La Fermana spinge, Destro manda in campo anche Zerbo e Da Silva per Lupoli e D’Angelo.

Proprio su Da Silva in pieno recupero viene commesso un fallo in area (su di lui si sono gettati tre avversari), ma anche in questa occasione l’arbitro dice di no. Vibranti le proteste dei canarini. Proteste che proseguono anche dopo il triplice fischio con tutto lo stadio ad inveire contro la terna arbitrale.

 

 

Il tabellino

Fermana-Albinoleffe 0-0

FERMANA (4-3-1-2): Ginestra; Clemente (26’st Maurizi), Soprano, Scrosta, Sarzi Puttini; Misin, Giandonato, Urbinati; D’Angelo (40st Da Silva); Lupoli (40’st Zerbo), Cognigni (26’st Cremona).

A disposizione: Marcantognini, Guerra, Kocorri, Nasic, Nepi, Marozzi, Fofana, Contaldo.

ALLENATORE: Destro

ALBINOLEFFE (3-4-1-2): Coser; Mondonico, Sbaffo (48’st Romizi), Stefanelli, Cavazzi, Gonzi (1’st Ruffini), Agnello (34’ st Nichetti), Gelli, Giorgione, Sibilli (17’ st Kouko), Colombi (34’st Ravasio).

A disposizione: Cortinovis, Micheli, Gusu, Nichetti, Ravasio, Coppola.

ALLENATORE: Marcolini

ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale.

NOTE: terreno di gioco in buone condizioni; spettatori 950 di cui 470 abbonati per un incasso di euro 4.627. Ammoniti: Colombi, Sbaffo (A), Giandonato, Lupoli (F). Angoli 7 a 2 per la Fermana; recupero 4’pt – 5’ st.