Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Fermana, la partita più dolce finisce pari. Poi esplode la festa promozione

La sfida con il Romagna Centro termina 2-2. Poi la squadra festeggia la Lega Pro insieme a tutta la città

Ultimo aggiornamento il 14 aprile 2017 alle 00:02
La festa promozione della Fermana (foto Zeppilli)

Fermo, 13 aprile 2017 - Finisce in parità (2-2) la partita più dolce e bella della Fermana, quella disputata con la promozione in Lega Pro già in tasca e conquistata con tre giornate d'anticipo.

La festa, iniziata già al pomeriggio, alzatasi nei toni nei minuti precedenti alla partita con il Romagna Centro, esplode al fischio finale con tutto il ‘Recchioni’ che diventa gialloblù. Emozioni da celebrare in campo con gli immancabili selfie, ma non è ancora tutto. Il bello deve ancora arrivare. Il tempo della doccia è molto breve perchè c’è un pullman appena dietro la Duomo da prendere al volo per spostarsi in centro, direzione Piazza del Popolo. 

Tutti a bordo verso il salotto buono del centro storico fermano, con il palco montato dove sfila tutta la squadra. Prima di arrivare, ad accompagnare capitan Comotto e compagni verso la piazza ecco anche due ali di folla, fumogeni e non solo. I caroselli in piazza dei tempi d’oro e l’entusiasmo che non manca di certo per una festa chiamata a riempire le ore piccole della notte fermana. A caratterizzarla Gianluca J, dj chiara fede canarina che fa ballare un popolo preso dalla torcida dell’entusiasmo. Anche se il coro più ricorrente è «Nessuno, nessuno ci toglie la C1». Ora possono gridarlo forte e chiaro e lo faranno a lungo. Bentornata a casa, Fermana! 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.