Ternana-Fermana 2-0
Ternana-Fermana 2-0

Terni, 9 dicembre 2018 - Cinque minuti di follia della difesa canarina, costa alla Fermana la sconfitta contro la Ternana che, nell’arco dei novanta minuti, non ha dato l’impressione di essere la formazione ammazza campionato. Mentre alla Fermana fa difetto la mancanza di almeno un bomber di razza: un solo tiro in porta nello specchio al «Liberati» deve far riflettere la Società con la squadra che in trasferta ha segnato soltanto due reti. Lunga fase di studio durante la quale non accade nulla, con la Fermana che tiene bene il campo poi al 23’ primo pericolo per la Fermana: Furlan dalla destra taglia al centro, sul secondo palo per Bifulco che sbuccia la palla e la difesa della Fermana riesce a liberare. 

LA FERMANA va avanti con Maurizi alla mezzora ma quando fa per girarsi in area per liberarsi al tiro viene steso da Kristov, l’arbitro non interviene nonostante le proteste di Maurizi e della panchina: ai più il rigore è apparso netto, ma appare evidente, dopo quello accaduto contro l’Albinoleffe che per avere un rigore la Fermana dovrà rivolgersi a un avvocato. Sul rovesciamento di fronte, come spesso accade, la Ternana sblocca la partita: cross di Defendi, i centrali canarini stanno a guardare e Vantaggiato in rovesciata non lascia scampo a Ginestra. 

IL GOL narcotizza la Fermana e soprattutto Guerra che prima si perde Defendi, poi lo stesso attaccante lo mette a sedere con una finta e chiude l’azione con un diagonale che sbatte sul secondo palo con la palla che finisce in rete. Dopo un minuto di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. A inizio ripresa, come spesso capitato in queste ultime gare, mister Destra come un calzino: dentro Cognigni per Lupoli e Soprano per Guerra a significare che lo stesso mister qualcosa ha valutato male a inizio gara. La Fermana sembra aver assorbito i due schiaffi e gioca con più attenzione: al 59’ Cognigni viene contenuto in angolo di Kristov. Subito dopo Destro cambia ancora: dentro Da Silva per D’Angelo e Zerbo per Maurizi. Fronte d’attacco tutto nuovo per la Fermana che non produce l’effetto sperato dal mister. Di Canio risponde con Bergamelli per Bifulco e Giraudo per Pobega: la Ternana si mette a cinque dietro e per la Fermana, nonostante qualche folata in avanti, diventa in pratica impossibile superare la difesa meno battuta del campionato. Anzi la traversa, colpita da Marilungo all’83’ salva la Fermana da una punizione più severa.

Tabellino

Ternana 2
Fermana 0
TERNANA (4-3-3): Iannarilli; Fazio, Diakite, Kristov, Lopez; Altobelli, Pobega (69’ Giraudo), Bifulco (69’ Bergamelli); Vantaggiato (75’ Marilungo), Defendi (80’ Frediani), Furlan (80’ Butic), A disposizione: Vitali, Gasparetto, Gagno, Callegari, Vives, Cori, Filipponi.  All. De Canio. 
FERMANA (4-3/1/2): Ginestra; Clemente, Comotto, Scrosta, Guerra (1’st Soprano); Misin (80’ Marozzi), Fofana, Urbinati; D’Angelo (61’ Da Silva); Maurizi (61’ Zerbo), Lupoli (1’st Cognigni). A disposizione: Marcantognini, Pavoni, Cremona, Iotti, Kacorri, Nasic. All. Destro. 
ARBITRO: Paterna di Teramo (Assistenti. Giacinto/Micaroni). 
RETI: 31’ Vantaggiato, 36’ Defendi (T). 
NOTE: osservato un minuto di silenzio per ricordare Gigi Radice. Terreno in discrete conduzioni. Ammoniti: Guerra (F), Altobellli, Defendi (T).