Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Fermana, disordini dopo la partita col Mestre. Denunciati 17 tifosi

Sopresi dalla polizia a Portogruaro  con mazze e un coltello. Sette erano già colpiti da Daspo  

di FABIO CASTORI
Ultimo aggiornamento il 29 gennaio 2018 alle 16:12
Fermana, tifosi in fermento (foto Zeppilli)

Fermo, 29 gennaio 2018 - Diciassette supporter della Fermana sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per porto d'armi e oggetti atti ad offendere. E’ accaduto dopo la partita del campionato di calcio di serie C, Mestre-Fermana, che si è giocata sabato pomeriggio a Portogruaro. Il match è stato abbastanza turbolento. Durante l'incontro, i tifosi canarini hanno spaccato uno dei bagni dello stadio, mentre alla conclusione della partita, che ha visto vincitrice la squadra di Fermo, si sono registrate tensioni tra le tifoserie.

Nel parcheggio dello stadio sono entrati in azione gli agenti di polizia impegnati nei servizi di ordine pubblico, che dopo una perquisizione hanno sequestrato cinque bastoni, tre mazze da baseball, un grosso sasso, un coltellino svizzero ed una cintura con un fibbia in metallo di grandi dimensioni. Tra i denunciati, tutti di Fermo e circondario, sono sette quelli già colpiti precedentemente da Daspo.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.