Porto Sant'Elpidio (Fermo), 13 giugno 2017 - Sarà ancora un ‘tutti contro uno’ anche al ballottaggio: il candidato sindaco Giorgio Marcotulli e l'ex candidato sindaco Alessandro Felicioni hanno deciso di unire le loro forze e di apparentarsi ufficialmente, per affrontare l'ultima chance offerta da questa tornata elettorale per scardinare il potere del centrosinistra di Nazareno Franchellucci

Oggi, la comunicazione dell'accordo raggiunto nelle ultime ore tra Marcotulli e la coalizione di centrodestra che al primo turno ha ottenuto 3071 voti (24,69%), e Alessandro Felicioni, con il suo Laboratorio Civico nei colori Verde, Blu, Arancio, che porterà in dote 2563 voti (20,61%). Un accordo che, ovviamente, comprende anche la definizione della composizione della giunta,  in caso di vittoria. 

Una giunta in cui, quasi sicuramente, Felicioni sarebbe il vicesindaco, magari con delega al bilancio; in cui sarà ritagliata una visibilità adeguata per la Lega, la forza che ha trainato la coalizione di Marcotulli fino al ballottaggio.

In caso di vittoria, il consiglio comunale vedrebbe la maggioranza composta da 4 consiglieri del Laboratorio Civico; 3 della Lega, 1 ciascuno per Fi, FdI e Città e Futuro. In caso di sconfitta, Marcotulli e Felicioni siederebbero sui banchi della minoranza insieme a 1 consigliere della Lega, 2 del Laboratorio Civico e Moira Vallati (M5S).

LEGGI ANCHE - Elezioni comunali 2018 a Porto Sant'Elpidio, il rush finale di Franchellucci e Marcotulli