Monte Urano (Fermo), 3 agosto 2016 - Alle 21,53 cala il buio completo su piazza della Libertà e s’accende tutto lo splendore di Anastacia (FOTO), che compare in jeans, t-shirt bianca e giubbetto rosso. Il grande urlo degli oltre duemila fans presenti saluta l’inizio dell’atteso concerto con le prime parole di ‘Army of me’.

Subito padrona del palco l’artista da 85 milioni di dischi venduti, 6 album all’attivo e una storia personale fatta di grandi battaglie con due tumori sconfitti. Ad attenderla una platea stracolma, con fans arrivati da tutto il centro Italia, in particolare Roma, Chieti e dall’Umbria, e tantissimi da tutte le Marche per il suo The Ultimate Collection, che ripercorre gran parte del suo cammino fatto di grandissimi successi come I’m Outta Love, ma anche Sick and Tired. Due ore di grande musica, grazie anche ad un «esercito» di ballerini, musicisti e cantanti, che hanno accompagnato l’artista di Chicago in un viaggio unico nella sua musica.

Tutti a godersi la sua voce inconfondibile con dieci pezzi caldi del suo repertorio oltre, un medley e due chiusure finali da brividi che hanno entusiasmato il pubblico presente. Da brividi l’ingresso dell’artista sulle note di ‘Army of me’ che ha scatenato il pubblico in attesa da ore anche sotto il sole di un caldo pomeriggio di piena estate. Attesa prolungata fuori dalla piazza, per via di alcuni aggiustamenti al palco che si sono resi necessari e che hanno fatto slittare l’apertura delle porte alle 20.

Tutto dimenticato nell’escalation di emozioni uniche suscitate dai brani successivi, da Stupid Little Things fino a Cowboy & Kiss per arrivare a Pieces of a Dream ed anche a I belong to you, conosciuta dal pubblico italiano per il duetto con Eros Ramazzotti che scalò tutte le classifiche nel 2005.

Ha funzionato bene anche la macchina organizzativa, dalle 15,30 attivi i bus navetta dalla zona industriale designata come parcheggio: un tour continuo di mezzi verso il centro storico e viceversa, durato oltre l’una di notte. Anastacia era arrivata nelle Marche, regione che conosce per la presenza di molti marchi delle calzature, da qualche giorno, soggiornando nella splendida Villa Teloni, a San Severino Marche, da lei personalmente prenotata su internet. Ieri mattina, un sopralluogo intorno a mezzogiorno nella piazza del concerto, poi il ritorno nella sua dimora fino intorno alle 19, quando lo sleep bus si è mosso per Monte Urano dove ad attenderla c’erano i suoi fans.