Fermo, 3 aprile 2016 - Come saltano i pesci. Per un film che già in partenza conteneva un’affermazione, era scontato aspettarsi che avesse successo fin dai primi giorni di programmazione. Ma questa produzione, per buona parte fermana, ha subito colpito i cuori soprattutto per la storia, i contenuti e il messaggio che trasmette.

Bravo il regista, bravo il cast, bravi i sindaci Marinangeli e Loira che ci hanno creduto, brave le aziende locali che hanno supportato le riprese, ma bravo soprattutto lui, Simone Riccioni, ideatore del soggetto e attore protagonista, insieme alla splendida partner down Maria Paola Rosini. Il ragazzotto di Corridonia ci ha sempre creduto perché da sempre crede in certi valori. Non ha solo la faccia pulita, che è piaciuta a Novi e Borotalco per i loro spot, ma ha puliti il cuore e l’anima.

L’abbiamo conosciuto quando entusiasticamente ha partecipato alla premiazione del nostro campionato di giornalismo online, lo conoscono meglio di noi le scuole di Montappone, Porto San Giorgio e di tutto il Fermano, dove da anni va a raccontare ai giovani come non si deve sprecare la propria vita e quanto si debba amare tutti. Bravo Simone, che tu possa saltare ancora più in alto.