La Sutor, dopo aver espugnato il parquet di Roseto attuale capolista, ha compiuto un’altra bellissima impresa, andando a conquistare una grande vittoria in casa dell’altra capolista e favorita per la conquista della serie A 2 Ristopro Fabriano. E’ il terzo successo consecutivo di un gruppo che non finisce mai di stupire. La Sutor Montegranaro è passata al PalaGuerrieri per 71-70, dopo aver giocato una partita intensa di grande cuore, portando ben cinque giocatori in doppia cifra e ribaltando un...

La Sutor, dopo aver espugnato il parquet di Roseto attuale capolista, ha compiuto un’altra bellissima impresa, andando a conquistare una grande vittoria in casa dell’altra capolista e favorita per la conquista della serie A 2 Ristopro Fabriano. E’ il terzo successo consecutivo di un gruppo che non finisce mai di stupire.

La Sutor Montegranaro è passata al PalaGuerrieri per 71-70, dopo aver giocato una partita intensa di grande cuore, portando ben cinque giocatori in doppia cifra e ribaltando un pronostico che sembrava già scritto prima di iniziare. Tutti hanno dato il loro apporto e nonostante 12 rimbalzi in meno conquistati, alla fine è arrivato il successo frutto del sacrificio di tutta la squadra, in grado tramite il grande lavoro quotidiano, di portare a casa due punti di grande valore.

Le cifre nel basket sono importanti, ma a volte lasciano il tempo che trovano, a Fabriano sono stati gli uomini a fare la differenza, per una squadra che ha solo iniziato a stupire, chi invece li vedeva in netta difficoltà dopo le prime cinque partite stagionali.

"Siamo contentissimi" ha detto il coach Marco Ciarpella. "Siamo veramente orgogliosi del risultato ottenuto – ha continuato–. Abbiamo disputato un’ottima partita e i complimenti vanno ai ragazzi, che effettivamente hanno giocato una gara di altissimo livello. Siamo contenti come staff del percorso che stanno facendo, ringrazio anche tutti coloro che collaborano con il sottoscritto. Dopo l’approccio non importante a questa sfida, sul 19-10 la squadra ha avuto una svolta positiva, subendo solo 10 punti nel secondo periodo. Dobbiamo tapparci le orecchie e non stare a pensare a pronostici aperti o chiusi e continuare a giocare in questo modo, perché di questo passo, possiamo raggiungere l’obiettivo della salvezza".

Come avvenuto nella giornata precedente contro l’Aurora Jesi, in poco più di un minuto la Sutor dal + 9 si è vista annullare il prezioso vantaggio, a Fabriano ciò è accaduto nel secondo parziale con 3 bombe consecutive dei cartai. Ma anche in quest’occasione è stato decisivo il time out prontamente chiamato dal coach, per spezzare la serie ed incoraggiare i suoi uomini a ripartire più determinati che mai.

Infatti Cipriani è stato subito ’chirurgico’ da 3, seguito da Bonfiglio con 2 bombe per il massimo vantaggio prima della fine del terzo periodo, a far capire che questa Sutor oramai anche davanti alle grandi, che hanno giocatori provenienti dalla serie A 2 e ben altre ambizioni, se la gioca alla pari con tutte le avversarie a testa alta.

Endrio Ubaldi