Quotidiano Nazionale logo
12 gen 2022

Serie C, è il Cerreto D’Esi la regina di Coppa

Battuto un indomito Chiaravalle al termine di una palpitante finale: applausi a vincitori e vinti. Occhiuzzo mvp

Giocatori, staff e tifosi del Cerreto D’Esi esultano per la Coppa Marche
Giocatori, staff e tifosi del Cerreto D’Esi esultano per la Coppa Marche
Giocatori, staff e tifosi del Cerreto D’Esi esultano per la Coppa Marche

Fa valere i favori del pronostico il Cerreto D’Esi, che si aggiudica la 37esima Coppa Marche di serie C superando 8-2 un indomito Chiaravalle, comunque tributato da lunghi e meritati applausi. Non inganni il punteggio, infatti. Perché l’ultimo atto delle Iplex Finals Cup 2022 di Porto San Giorgio, manifestazione andata in archivio domenica scorsa, è stato ben più combattuto di quanto indichi lo score conclusivo. Merito di entrambi i club, quello vincitore che milita in C1, quello giunto secondo che invece sta al piano di sotto, in C2, protagonisti di una finale palpitante ed in equilibrio per più di metà partita. A rompere gli schemi sono gli squali di Paolo Amadei, capitalizzando alla perfezione una manovra da calcio d’angolo. Graziano, col tacco, smarca al tiro Casoli che spara alle spalle di capitan Sampaolesi per l’1-0. Largoni prova subito a raddoppiare, l’incrocio dei pali gli dice di no. E così, i ragazzi di Francesco Cecchini, seppure a ranghi ridotti - complice anche l’infortunio di uno dei migliori giocatori delle finals, Caimmi – non mollano la presa e si riorganizzano fino a guadagnarsi un libero prima del suono della sirena. Dalla lunetta va Nocioni, la palla viaggia larga sul fondo. Vantaggio Cerreto D’Esi all’intervallo. Ma ci sono altri 20 minuti di fuoco e il Chiaravalle tira fuori subito l’orgoglio. Pierpaoli lavora un pallone prezioso in banda e lo offre a Viola, la spaccata di quest’ultimo supera Tomassini. Parità ristabilita. Ma i cerretesi non ci stanno. Antonio Lo Muzio pesca un gran mancino all’angolino e riporta a +1 i suoi, Largoni dipinge un eurogol. Il colpo del 3-1 potrebbe ammazzare anche un toro. Non questo Chiaravalle rivelazione. Che di carattere e di grinta si conquista un penalty. Nell’occasione Pierpaoli è murato da Tomassini. È l’ultimo sussulto, o quasi, dei giocatori di patron Massimo ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?