Fermo, 25 gennaio 2018 - Elisabetta Cocciaretto si regala la semifinale dell’Australian Open Juniors. Nel giorno del suo diciassettesimo compleanno, la giovane tennista fermana ha sconfitto per 6-3 6-4, in un’ora e 27 minuti di gioco, la lettone Daniela Vismane, 13ª testa di serie, entrando per la prima volta tra le prime quattro di uno slam junior.

Era dai tempi di Gianluca Quinzi (2013) che il tennis italiano non otteneva un risultato del genere. In campo femminile bisogna addirittura tornare indietro di vent’anni. L’ultima italiana in semifinale junior all’Australian Open fu Antonella Serra Zanetti nel 1998. Sara Errani, nel 2005, a Melbourne non arrivò oltre i quarti di finale. Un risultato davvero storico per il tennis italiano e per il Circolo Tennis ‘Cococcioni’ di Porto San Giorgio che si conferma, una volta di più, una vera è propria fucina di talenti.

Ora in semifinale, che si giocherà domani (all’1 di notte italiana), la Cocciaretto affronterà la cinese di Taipei En Liang, seconda favorita del seeding. Un’altra grande sfida per l’atleta fermana che, dopo lo storico successo ai quarti di finale, ha dichiarato «Rimango con i piedi per terra e mi godo l’esperienza senza pensare al ranking, né al fatto che è uno slam».

Il 25 gennaio dell’anno scorso, nel giorno del suo sedicesimo compleanno la Cocciaretto era lontana dai campi da tennis a causa dei tanti problemi fisici che l’hanno costretta a stare fuori per quasi un anno e mezzo. Oggi, invece, la ricorrenza ha tutto un altro sapore. Un compleanno che forse nemmeno lei osava immaginare e che può rappresentare la svolta della sua carriera tennistica.

Il marchio di fabbrica della tennista fermana, cresciuta nel Circolo Tennis ‘Cococcioni’ di Porto San Giorgio, è il rovescio esplosivo e preciso, ma i suoi punti di forza restano la grande mobilità in campo e la forza mentale che, specialmente nel match contro la Vismane, ha giocato un ruolo fondamentale. Nel suo palmares figurano tutti gli scudetti tricolori, dalla categoria Under 11 a quella Under 14.

Ora l’obiettivo per la Cocciaretto è di diventare una professionista, un traguardo che dopo questa grande performance all’Australian Open Junior potrebbe essere molto più vicino.