I Buskers a Ferrara (foto di repertorio)
I Buskers a Ferrara (foto di repertorio)

Ferrara, 15 luglio 2021 - Il Ferrara Buskers Festival si farà anche quest’anno, raggiungendo così la sua trentaquattresima edizione consecutiva. Si terrà dal 25 al 29 agosto (con un’anteprima a Comacchio il 24 agosto) nella cornice del parco Massari di Ferrara, che ospiterà gli artisti dalle ore 19 alle 24.

Si potrà accedere acquistando un biglietto sul sito ferrarabuskers.com: gli artisti (scelti tra oltre 800 richieste) saranno tutti o vaccinati o controllati col tampone, mentre il pubblico dovrà compilare la classica autocertificazione. Il tutto nel rispetto della normativa sanitaria vigente, quindi, la capienza sarà contingentata. I concerti dei 12 gruppi musicali, dislocati nelle varie aree del parco di oltre quattro ettari, insieme alle esibizioni artistiche di pittori, ritrattisti, giocolieri e acrobati, saranno fruibili in contemporanea con l’unico biglietto di ingresso.

I concerti, quindi, prevedono ogni sera l’esibizione dei musicisti secondo la formula “11 gruppi buskers+1”, quindi con un gruppo che cambierà ogni giorno. Il pubblico potrà mangiare e bere grazie ai punti di street food & drink che saranno presenti all’interno e passeggiare nelle varie aree, quali: il mercatino gestito da CNA Ferrara, i laboratori musicali tenuti dai buskers e i laboratori sul riciclo per bambini. Tra le altre attività, al Padiglione d’arte contemporanea adiacente al parco, verrà ospitata un’inedita mostra fotografica e documentaristica del Ferrara Buskers Festival, che per la prima volta aprirà il proprio archivio e metterà in mostra cimeli d’epoca, come la lettera di ringraziamento ricevuta dalla Regina Elisabetta II d’Inghilterra.

Ma ci saranno anche iniziative educative, come il “Progetto Young – Fateci strada” per far respirare aria di musica a chi è alle prime armi e prevede l’esibizione di alcuni giovanissimi artisti in erba. Al centro dell’attenzione, la sicurezza sanitaria: il festival ha attivato una collaborazione con Synlab Italia, che metterà a disposizione un codice sconto per la realizzazione dei tamponi per gli spettatori del festival.

Tra i sostenitori, si conferma quest’anno la presenza del Gruppo Hera, che offrirà una serie di allestimenti e attività sempre più ricca: ci sarà la classica sorgente urbana per dissetare i visitatori, ma anche il cassonetto trasparente, per aiutare i visitatori a comprendere l’importanza di una corretta separazione dei rifiuti. Inoltre, dedicata ai più giovani, ci sarà una particolare caccia al tesoro e un gioco a tema ambientale.

Questi aspetti si inseriscono nel progetto BGreen – pienamente in linea con l’anima green del festival, che per la sua attenzione all’ambiente, dal 2011, ha ottenuto ambite certificazioni ambientali – il progetto di quest’anno è dedicato alle api e, infatti, verranno coinvolti gli Apicoltori Estensi e verranno realizzati laboratori didattici per gli alunni della scuola primaria Ics A. Costa.