Il passaggio della Mille Miglia è salvo (nella foto il passaggio dell’edizione 2019)
Il passaggio della Mille Miglia è salvo (nella foto il passaggio dell’edizione 2019)

Ferrara, 20 ottobre 2020 - Il calendario degli eventi è scombussolato dagli effetti del nuovo Dpcm. La tradizionale Sagra dell’Anguilla di Comacchio, in corso con gran successo, ha annullato infatti il gustoso week end di sabato e domenica. L’amministrazione lagunare ha confermato anche la cancellazione della festa di Halloween. Un po’ come avvenuto in città per la seconda edizione di ‘Monsterland’ (10mila presenze nel 2019), che avrebbe dovuto tenersi sabato 31 ottobre in Castello, con un altro ospite a sorpresa pari al J-Ax dell’anno scorso.

Ma guardando al fine settimana, da segnalare la cancellazione del Torneo degli Arcieri della Contrada di San Benedetto: il presidente Massimiliano Castellazzi, già venerdì sera, aveva deciso anche l’annullamento della tradizionale ’Festa degli Insaccati’ in programma dal 31 ottobre. "Prima che qualcuno ci dica cosa si può fare – afferma il dirigente biancoazzurro –, noi sappiamo cosa non si deve fare. Non ci sentiamo di esporci a un rischio, pur rinunciando a eventi molto importanti per i nostri contradaioli e per il nostro pur magro bilancio". Incerto sul da farsi il Rione Santa Maria in Vado, che ha programmato altri due week end di ‘Cappellacci in Centro’ nella sede di contrada di via Cammello: "Formalmente abbiamo un’autorizzazione assimilata a ristorante – afferma Giovanni Bellini –, ma attendiamo un chiarimento del Comune su ciò che è effettivamente possibile e giusto fare".

Il chiarimento, da parte dell’amministrazione, arriverà in giornata; l’assessore Angela Travagli porterà infatti un orientamento che servirà a uniformare gli eventi. Confermato comunque il passaggio della Mille Miglia (sia a Ferrara che a Comacchio), compreso il ‘dinner gala’ previsto al Teatro Comunale per tutti gli equipaggi e gli ospiti della manifestazione: "Abbiamo allestito nella platea e nel Ridotto tavoli da sei persone, anticipando persino il decreto – spiega il promoter Nicola Borsetti –, e ci sarà un controllo rigoroso degli accessi. Gli studenti del Vergani, che cureranno la cena assieme ai loro insegnanti, saranno tutti muniti di mascherine e istruiti al rispetto delle norme di sicurezza".

In ballo anche il Festival d’Irlanda alla Fiera: "Sono fiducioso che si svolga – dice il presidente Andrea Moretti –, la presenza di standisti provenienti da varie regione lo caratterizza come evento nazionale". Più ‘local’ l’Autunno nelle Terre Estensi organizzato dalla Pro Loco: "Attendiamo indicazioni, ma la nostra in realtà è una ‘mostra-mercato’", dice l’organizzatrice. Così come il ‘Cibo in Strada’ previsto in piazza Travaglio, per i gestori di Feshion Eventi "non è una sagra ma ‘street food’. Abbiamo chiesto al Comune di poterlo svolgere con 500 posti tutti a sedere e prenotazioni obbligatorie". Salta invece ‘La Città che vorrei’, in calendario domenica con la collaborazione di Confeesercenti: è considerata una fiera a tutti gli effetti.