Quotidiano Nazionale logo
14 apr 2022

Pasqua 2022, le mostre aperte a Ferrara

Da Adelchi Mantovani a 'Fakes, il falso nell'arte': ecco i luoghi e gli orari 

Castello Estense (Ferrara)
Castello Estense (Ferrara)

Ferrara, 13 aprile 2022 - Dalla pittura alla fotografia, dalla scultura all’arte contemporanea, sono cinque le mostre a Ferrara da poter visitare durante le festività pasquali: “Il sogno di Ferrara” di Adelchi Riccardo Mantovani e “De Pisis. Il silenzio delle cose” al Castello, “Fakes da Alceo Dossena ai falsi Modigliani” a Palazzo Bonacossi, “Oltre lo sguardo” di Arianna Di Romano a Palazzina Marfisa d’Este e “Out of time. Ripartire dalla natura” per la XIX Biennale Donna al Padiglione di Arte Contemporanea.

Pasqua e Pasquetta 2022, dove andare in Emilia Romagna

Aperture straordinarie

Nelle prossime settimane i musei civici di Ferrara, che ospitano le mostre organizzate in collaborazione con la Fondazione Ferrara Arte, saranno aperti in via straordinaria domenica 17 aprile (Pasqua), il 18 aprile (Lunedì dell'Angelo), lunedì 25 aprile, domenica 1° maggio e lunedì 30 maggio. In occasione della Festa della Repubblica, saranno visitabili anche giovedì 2 giugno. Nelle giornate del 19 e del 26 aprile e del 31 maggio il Castello Estense sarà visitabile anche il martedì (solitamente è il giorno di chiusura della sede espositiva).

Si possono prenotare le visite online sia per il Castello sia per altri tre spazi espositivi: Museo Schifanoia, al Museo della Cattedrale e alla Casa di Ludovico Ariosto.  

Castello Estense

Al Castello Estense (Largo Castello 1) fino al 9 ottobre è in programma "Il sogno di Ferrara. Adelchi Riccardo Mantovani”. La mostra vuole far conoscere al grande pubblico il mondo sospeso tra mito e favola del ferrarese Adelchi Mantovani, ripercorrendo per la prima volta tutta la sua carriera. Gli spazi saranno aperti dalle 10 alle 18 (chiuso il martedì). 

Sempre al Castello, fino al 2 giugno nella Sala dei Comuni, c’è "De Pisis. Il silenzio delle cose". Il dipinto Natura morta marina con peperoni, una melanzana e una conchiglia, realizzato nel 1946, acquistato dal Ministero della Cultura e concesso in deposito al Museo “Filippo de Pisis”. 

Inoltre, fino al 5 giugno nel cortile del Castello si può ammirare “Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori. Umanità di Sara Bolzani e Nicola Zamboni”.

Palazzo Bonacossi

Palazzo Bonacossi (via Cisterna del Follo 5) ha da poco inaugurato “Fakes, da Alceo Dossena ai falsi Modigliani” (fino al 31 luglio). La mostra approfondisce l’appassionante capitolo del falso nell’arte attraverso i capolavori del cremonese Alceo Dossena (1878 – 1937)  e altri falsari. In mostra anche le celebri “teste di Modigliani”, una beffa architettata per scherzo e per protesta e le due copie fotografiche del Seppellimento di santa Lucia di Caravaggio, realizzate dalla Fondazione Factum Arte, per interrogarsi sull’identità dell’opera d’arte. Orari di apertura: giovedì e venerdì dalle 15 alle 18.30, sabato e domenica dalle 10.30 alle 18.30. Apertura straordinaria lunedì 18 aprile e lunedì 25 aprile dalle 10.30 alle 18.30.

Palazzo Marfisa D'Este

A Palazzina Marfisa d'Este (corso Giovecca 170), fino al 12 giugno, c’è "Oltre lo sguardo", che racchiude il lavoro della fotografa Arianna Di Romano, condotto durante alcuni reportage in Romania, Serbia e nel Sud-est asiatico, nonché nella sua terra natale, la Sardegna, e in quella dove vive, la Sicilia. Le sessanta fotografie della fotografa sarda sono visitabili dal martedì alla domenica, dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18. 

Padiglione Arte Contemporanea

Fino al 29 maggio al Padiglione d’Arte Contemporanea (corso Porta Mare 5) per la XIX Biennale Donna c’è “Out of Time. Ripartire dalla natura”, organizzata in collaborazione con UDI - Unione Donne in Italia. Cinque artiste internazionali – Mónica De Miranda, Christina Kubisch, Diana Lelonek, Ragna Róbertsdóttir e Anaïs Tondeur – indagano tramite media differenti il tema della convivenza tra esseri umani e natura. L'esposizione è aperta dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 18. 

Approfondisci:

Il debutto della mostra ’Fakes’ La sezione dedicata ai neo-estensi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?