I carabinieri impegnati in un servizio (foto di repertorio)
I carabinieri impegnati in un servizio (foto di repertorio)
Ha infastidito clienti e staff del Bagno ‘Havana’ di Lido di Spina e, una volta portato al Pronto soccorso, ha danneggiato i locali e veicoli parcheggiati all’ingresso della struttura sanitaria, aggredendo anche gli uomini dell’Arma intervenuti per calmarlo. Sono questi i motivi della condanna ad 8 mesi di...

Ha infastidito clienti e staff del Bagno ‘Havana’ di Lido di Spina e, una volta portato al Pronto soccorso, ha danneggiato i locali e veicoli parcheggiati all’ingresso della struttura sanitaria, aggredendo anche gli uomini dell’Arma intervenuti per calmarlo. Sono questi i motivi della condanna ad 8 mesi di reclusione di un 28enne di origini senegalesi, che nella serata di giovedì scorso ha scatenato un vero e proprio caos. Il tutto è cominciato nello stabilimento balneare della costa, dove l’uomo è entrato in evidente stato di alterazione e ha iniziato ad importunare clienti e il personale. Ciò ha costretto il titolare a chiedere l’intervento da parte dei carabinieri. Sul posto sono state inviate immediatamente pattuglie dalle Stazioni di Comacchio e Codigoro: i militari hanno subito visto che il 28enne era fuori di sé, e hanno richiesto l’intervento dei sanitari del ‘118’ per verificarne lo stato di salute. Gli operatori hanno ritenuto necessario portare l’uomo all’ospedale del Delta di Lagosanto per accertamenti e cure del caso. Ma una volta lì, il 28enne ha ostacolato in tutti i modi i soccorsi. Tant’è che alle 4 del mattino seguente, il personale sanitario ha chiamato i carabinieri di Comacchio. Sul posto le forze dell’ordine hanno cercato di calmarlo, ma il 28enne li ha aggrediti. Alla fine, però, i militari hanno avuto la meglio e hanno arrestato l’uomo per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio e danneggiamento. Il senegalese, infine, è stato condannato dal giudice a 8 mesi di reclusione.

Valerio Franzoni