Proseguono le attività del “Tavolo Verde”, il percorso partecipativo sperimentale avviato tra il Comune, Ferrara Tua e la Rete per la Giustizia Climatica che ha come obiettivo il miglioramento del Contratto di servizio, con cui il Comune affida a Ferrara Tua la gestione del verde pubblico. Il secondo incontro si è svolto in videoconferenza alla presenza di Alessandro Balboni (nella foto) assessore all’Ambiente, Fulvio...

Proseguono le attività del “Tavolo Verde”, il percorso partecipativo sperimentale avviato tra il Comune, Ferrara Tua e la Rete per la Giustizia Climatica che ha come obiettivo il miglioramento del Contratto di servizio, con cui il Comune affida a Ferrara Tua la gestione del verde pubblico. Il secondo incontro si è svolto in videoconferenza alla presenza di Alessandro Balboni (nella foto) assessore all’Ambiente, Fulvio Rossi direttore di Ferrara Tua, Marco Lorenzetti e Rita Berto dell’Ufficio Verde e una delegazione della Rete per la Giustizia Climatica.

Il Tavolo ha trovato convergenza sulla necessità di rimediare alle carenze di vecchia data relative alla pianificazione degli interventi sul verde: necessario è realizzare e completare per il Comune il Piano del Verde e un Bilancio arboreo, altrettanto necessario è realizzare la Carta dei Servizi, documento che dovrebbe accompagnare il Contratto di servizio, che oggi si trova in bozza e si limita a elencare le prestazioni che Ferrara Tua è tenuta ad effettuare. La Rete per la Giustizia Climatica ha avanzato in particolare, la necessità di una pianificazione sia delle aree verdi da affidare ai cittadini, in base a patti con l’amministrazione, sia delle piantumazioni, che hanno riscontrato una partecipazione attiva dei cittadini e in modo particolare delle famiglie.

Il lavoro sul contratto di servizio che il Tavolo Verde sta portando avanti si occuperà in particolare delle competenze del personale delle ditte incaricate della piantumazione, della manutenzione e della cura delle aree verdi e sull’implementazione delle attività di controllo di Ferrara Tua sulle ditta appaltatrici anche con la previsione di sanzioni più severe.

Il Tavolo è anche all’opera sul tema del Portale Verde, funzionale a una partecipazione diffusa della cittadinanza, da collocare sul sito web del Comune, per raccogliere ogni azione, tra cui il censimento del verde. L’ultimo risale al 1996, risulta aggiornato per le aree verdi, ma carente relativamente ai dati recenti delle alberature, per le quali si sta procedendo ad una schedatura, cui seguirà la georeferenziazione e un approfondimento sul campo.