Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Anguille e zombie I 150 anni del Museo di storia naturale

Presentato il ricco calendario di eventi, il clou a maggio. I negozianti del centro allestiranno le vetrine a tema

Alessandro Balboni, assessore del comune, durante la presentazione delle iniziative
Alessandro Balboni, assessore del comune, durante la presentazione delle iniziative
Alessandro Balboni, assessore del comune, durante la presentazione delle iniziative

Centocinquant’anni si compiono una volta sola e il Museo di Storia Naturale di Ferrara è pronto a celebrarli. "150 anni del Museo di storia naturale – com’era e come cambia la natura che abitiamo", questo il titolo del calendario di eventi pensati per l’occasione da uno comitato formato da enti e associazioni cittadine e non solo. Previsto anche un convegno alla Sala Estense il 19 maggio, su ‘Attualità dei musei di storia naturale e il futuro del Museo di storia naturale di Ferrara’, con ricercatori ed esperti provenienti da Ferrara e da tutta Italia. La prossima settimana si entra nel vivo con due eventi al Museo di Storia Naturale, in collaborazione con l’Associazione Naturalisti Ferraresi. Il 21 aprile, alle 17, in occasione della Giornata mondiale della migrazione dei pesci si parlerà di ‘Sopravvivenza e futuro dell’anguilla europea Anguilla anguilla’. Stesso orario, sempre al museo, il 28 aprile si celebra un’altra giornata mondiale, quella delle rane: ‘Diamo voce alle rane. Gli anfibi, tesori di biodiversità’. Da segnalare anche gli eventi di maggio, come i tre giovedì (12, 13, 20), in cui, in collaborazione con il liceo artistico Dosso Dossi, si terranno tre giornate dedicate alla ricerca grafico pittorica condotta dagli studenti. Spazio per la tecnologia, con ‘Laboratori Edutech: attività educative con realtà virtuale e tecnologia’ insieme a Laboratori Aperti Emilia-Romagna; e per il teatro, con l’associazione Ferrara Off: ‘Vampiri. Notizie dall’Antropocene’. Un’altra performance al Teatro Off di viale Alfonso d’Este: ‘Zombie: notizie da un mondo post apocalittico’. La maggior parte degli eventi si concentra nella settimana dal 23 al 29 maggio, periodo in cui il museo compie gli anni: in quei giorni, con Ascom, i negozianti del centro allestiranno le vetrine dedicandole al Museo. Inoltre, dal 23 al 27 maggio, in collaborazione con Didò, è prevista un’apertura straordinaria gratuita del museo, ogni mattina dalle 10 alle 13, martedì e giovedì dalle 14 alle 17 (gratuite anche le visite guidate di martedì e giovedì, da prenotare alla mail dido.storianaturale@gmail.com). Programma completo e dettagli si trovano sul sito: https:storianaturale.comune.fe.itindex.php?id=991. È dunque tutto pronto per quello che vuole essere "un anno di rilancio del museo di storia naturale – così Alessandro Balboni, assessore all’ambiente del comune – pensando a un intervento di ripensamento e rielaborazione del percorso espositivo e dei suoi spazi".

Francesco Franchella

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?