Agenti di polizia municipale
Agenti di polizia municipale

Ferrara, 28 luglio 2018 - I vigili urbani dovrebbero avere la pistola? Un dilemma che periodicamente infiamma il dibattito sulla sicurezza in città e non solo. Un fronte sul quale, ogni volta, opinione pubblica, operatori e amministratori si dividono. Proprio come sta accadendo in questi giorni a Vigarano. Mentre nel Comune dell’Alto Ferrarese infuria la polemica, anche a Ferrara ci si interroga sull’opportunità di potenziare l’equipaggiamento degli agenti di polizia municipale, sempre più spesso in servizio in contesti non facili, Gad in primis. In questo frangente, è l’assessore alla sicurezza Aldo Modonesi a dettare la linea d’azione. «Al momento – scandisce – non è un tema all’ordine del giorno». E questo per più di una ragione: «Primo, non riteniamo ci sia una necessità ‘esterna’, cioè relativa alle mansioni dei nostri vigili. Secondo, non registriamo nemmeno sollecitazioni ‘interne’ in termini di sicurezza e autodifesa».

Insomma, mentre una parte dei Comuni della provincia schierano vigili armati (vedi l’Alto Ferrarese escluso Vigarano o Comacchio), nel capoluogo le fondine degli agenti di polizia municipale rimangono vuote. Questo però non significa che non abbiano presidi di autodifesa. «Abbiamo fatto un notevole sforzo per adeguarci ai tempi – spiega Modonesi –. Con gli anni abbiamo dotato i nostri agenti di bastone distanziatore e spray urticante. Siamo anche una delle poche polizie locali che si è munita di un’unità cinofila antidroga». Di pistola però non se ne parla. Una delle ragioni, fa capire Modonesi, è legata alla peculiarità delle mansioni della polizia municipale. «Riteniamo sia giusto mantenere la corretta differenziazione di funzioni tra forze dell’ordine e polizia locale – chiosa –. I vigili hanno ruoli specifici, diversi da quelli delle altre forze di polizia. Non possono certo sostituirsi a polizia di Stato e carabinieri». Diversa la posizione del Sulpl, sindacato di polizia municipale che entra nel dibattito con le parole del segretario provinciale, Monica Galliani. «Gli agenti che fanno servizi in strada, soprattutto nelle ore serali e notturne, dovrebbero essere armati – spiega –. Ricordiamo che spesso la Municipale è la prima forza che interviene sui servizi. E non abbiamo competenze tanto diverse rispetto alle altre forze di polizia».