Artigiano morto, il tecnico in aula: "Il montacarichi non era fissato"

Artigiano morto, il tecnico in aula: "Il montacarichi non era fissato"

Artigiano morto, il tecnico in aula: "Il montacarichi non era fissato"

FERRARA

É entrato nel vivo con l’udienza di ieri il processo che vede imputato Manuel Alleati, il legale rappresente della Meeting Point, la cooperativa che stava eseguendo i lavori di ristrutturazione di un appartamento in via Oberdan. Appartamento da cui precipitò Giuseppe Fiore, l’artigiano 59enne volato dal terrazzo al terzo piano mentre svolgeva alcuni lavori di ristrutturazione. Nell’udienza di ieri davanti al giudice Carlotta Franceschetti hanno testimoniato il propritario dell’immobile e il tecnico Uopsal dell’Ausl di Ferrara che ha eseguito gli accertamenti. Il tecnico ha sostanzialmente spiegato che il montacarichi in uso non era fissato, aggiungendo poi che "l’unica accortezza che avrebbe evitato la caduta sarebbe stata l’innalzamento del parapetto ad almeno un metro, come prescritto". Poi ha aggiunto che non è chiaro se la vittima abbia perso l’equilibrio per mettersi in salvo e così si sia trascinato dietro l’elevatore, oppure se l’elevatore si sia sganciato e lui è caduto di conseguenza".

Nella prossima udienza, il 16 febbraio 2024, saranno ascoltati i testi di parte civile e della difesa, tra questi ultimi, l’altro coimputato, Geremia Corcione – che ha definito la sua posizione, patteggiando la pena – il dipendente della Meeting Point con cui Fiore stava lavorando quella domenica. Giuseppe Fiore, 59enne originario di Afragola (Napoli) ma residente da tempo a Finale Emilia (nel Modenese), ha perso la vita il 7 marzo 2021. L’artigiano stava ristrutturando il bagno di un appartamento disabitato al terzo piano di una palazzina. Poco dopo l’ora di pranzo, Fiore si trovava sul terrazzo. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti stava smaltendo i materiali di scarto con un sistema di sollevamento con secchio e carrucola, quando all’improvviso è precipitato. Ieri in aula i difensori di Alleati, gli avvocati Riccardo Caniato e Filippo Maggi. La parte civile è rappresentata dall’avvocato Claudio De Biase.

cri.ru.