"Baldini ha vinto con la complicità della Lega"

Argenta, il senatore Fd’I Balboni ha analizzato la sconfitta. "Curtarello non ha ottenuto la candidatura e ha fatto campagna contro di noi"

"Baldini ha vinto con la complicità della Lega"

"Baldini ha vinto con la complicità della Lega"

"Il centrosinistra di Andrea Baldini ha vinto al primo turno le amministrative, ma con la complicità della Lega guidata da Ottavio Curtarello, animato da rancore per non aver ottenuto la candidatura a sindaco come nella tornata elettorale precedente". L’ha detto senza mezzi termini il senatore Alberto Balboni a "Fratelli d’Italia riparte", l’incontro pubblico ospitato nel Csv, di fronte a un folto pubblico. Al suo fianco i due consiglieri comunali del partito di Giorgia Meloni, Cinzia Gaiani e il coordinatore argentano Nicola Fanini, oltre al leader di Argenta Rinnovamento, Gabriella Azzalli. Il senatore di Fratelli d’Italia ha ricostruito la metamorfosi che ha portato Curtarello da alleato ad acerrimo nemico. Il partito del presidente del Consiglio ha ottenuto ad Argenta un ottimo risultato, sfiorando tre seggi per pochi decimali; altrettanto bene è andato Argenta Rinnovamento, "c’è mancato il 6,5% per vincere: sono mancati i voti della Lega". Curtarello, racconta Balboni, non si è mai presentato al tavolo provinciale, eppure "dava sempre rassicurazioni ai referenti regionali del suo partito. Finché arriviamo alla serata elettorale trionfale in teatro, al posto di Curtarello si presenta Alan Fabbri, che esprime gradimento per Gabriella Azzalli. Dopo aver rassicurato tutti, Curtarello si presenta a 5 minuti dalla scadenza di presentazione della lista, senza le firme necessarie e con solo 8 candidati, con l’intento di veder respingere la lista della Lega". C’è un altro aspetto sconcertante: "Curtarello ha fatto campagna elettorale contro di noi – rivela Nicola Fanini – arrivando a telefonare ai militanti e invitandoli a votare Baldini". Tesi suffragata da un simpatizzante della Lega che si è presentato in sala e ha raccontato della telefonata ricevuta. "Baldini non ha vinto con le sue sole forze – ha scandito – Curtarello per ragioni personali e animato dal risentimento ha fatto perdere Gabriella Azzalli. Così facendo ha venduto la sua dignità e ci ha rimesso la comunità argentana". Fanini poi ha spiegato perché FdI ha appoggiato la Azzalli, preferendola a Curtarello: "Ottavio in questi cinque anni non si è mai fatto vedere: non potevamo candidare uno sconosciuto". Gabriella Azzalli non demorde: "Abbiamo perso, ma siamo vivi, orgogliosi e rigogliosi. Sarò in campo anche in futuro, perché Argenta merita un’alternativa. Resto qui, un’alternativa non ci sarà mai senza Argenta Rinnovamento e non mi siederò mai al tavolo con questi rappresentanti della Lega". Ed è pronta a dare battaglia dai banchi del consiglio comunale, ma anche di quello dell’Unione Valli e Delizie. "Lunedì 8 luglio in consiglio ci presenteremo in rappresentanza dell’opposizione sotto il nome Alternativa per l’Unione – ha anticipato – Faccio appello anche ai rappresentanti del centrodestra di Ostellato e di Portomaggiore di fondere tutta l’opposizione in un gruppo unico". Davanti al referente della Lega portuense, Massimo Contarini, ha concluso: "Faccio appello ai referenti di Portomaggiore: tra due anni si vota, non dobbiamo disperdere voti per delle divergenze interne". Infine: "Faremo un’opposizione unita, coesa, senza pertugi, solo ed esclusivamente per il bene di questo territorio".

Franco Vanini