L’amministratore delegato di Bper Banca Alessandro Vandelli parla apertamente dell’operazione Carife
L’amministratore delegato di Bper Banca Alessandro Vandelli parla apertamente dell’operazione Carife

Ferrara, 25 gennaio 2017 - Questione di giorni, al massimo di «poche settimane». Ma per il matrimonio tra Bper e Carife siamo ormai alle pubblicazioni: Per l’acquisizione della banca a dirlo, esprimendo una sensazione «positiva» sul confronto in corso, è l’amministratore delegato di Bper, Alessandro Vandelli.

«In questo momento – spiega – Bper si sta impegnando per verificare l’opportunità di dare una risposta a questa esigenza. Noi abbiamo lavorato in queste settimane per comprendere a fondo la banca e capire alcune cose che erano già state indirizzate dalla banca stessa col fondo di risoluzione».

Più nel dettaglio, ha aggiunto l’ad di Bper in relazione a quanto sta avvenendo dentro Carife, «da un lato questo intervento che è stato programmato per un contenimento del personale, dall’altro un’azione che dovrebbe portare a una pulizia sostanziale del bilancio della banca, con la fuoriuscita della maggior parte delle sofferenze. Ci è stato rappresentato che questo lavoro, che era già stato impostato, è a buon punto, quindi io credo che adesso dovremmo entrare nella fase, come dire, più concreta di confronto per cercare di andare verso una soluzione». Vandelli ha aggiunto che si tratta di un’operazione importante per Bper, in relazione ad un territorio, quello ferrarese, definito «molto interessante». E che non si tratterà in ogni caso di un salvataggio, «ma di una valorizzazione della banca».