Bruce, verso il concerto Da domani al 17 maggio venti eventi tra mostre, e appuntamenti musicali

Alla rotonda Foschini le immagini del Boss firmate dal fotografo Canitano. Al Ridotto sarà ospitato lo scrittore israeliano Eshkol Nevo. Il programma. .

Bruce, verso il concerto  Da domani al 17 maggio  venti eventi tra mostre,  e appuntamenti musicali
Bruce, verso il concerto Da domani al 17 maggio venti eventi tra mostre, e appuntamenti musicali

Più che streets of Philadelphia, le strade e le piazze di Ferrara, in attesa di Bruce Springsteen. Da domani la rotonda Foschini e i portici del Teatro Comunale esporranno le fotografie di Bruce Springsteen a firma del fotografo Giovanni Canitano. E Fino al 17 maggio sono circa una ventina gli eventi previsti - tra esposizioni, presentazioni, appuntamenti musicali - in preparazione al concerto della rock star, il 18 maggio al parco Urbano. Il calendario di iniziative è stato presentato ieri al Ridotto del Comunale dall’assessore alla Cultura, Marco Gulinelli, il vero regista dell’operazione Springsteen. Tant’è che non si sa bene se parli più come appassionato o come amministratore. Sicuramente, ribadisce, "l’impegno è stato massimo. L’attesa è palpabile, in giro per l’Europa, come dimostra l’accoglienza riservata a Springsteen lo scorso week end nella prima data europea di Barcellona". Con Gulinelli anche lo stesso Canitano, che era a Barcellona. "Lo ritroveremo a Ferrara - ha detto - a sette anni dall’ultima data italiana. E, avendolo già visto sul palco, posso dire: Bruce è invecchiato come il vino, in meglio". La mostra di Canitano alla rotonda Foschini inaugurerà il domani alle 17,30, e rimarrà esposta fino al 4 giugno. Il 7 maggio sarà la volta di un altro fotografo, ferrarese, Maurizio Cavallari, che - d’intesa con l’associazione Music Road e con testi di Massimo Pedriali - proporrà un percorso artistico dedicato al Boss al laboratorio aperto ex teatro Verdi, di via Castelnuovo 10, con - ha spiegato oggi Alessandro Zecchi, dell’associazione - diversi temi musicali sviluppati a partire dai personaggi legati al mito del Boss. L’obiettivo è raccogliere i frutti di questa iniziativa anche in un successivo libro, ha annunciato Zecchi. L’inaugurazione sarà proprio il 7 maggio alle 17,30. E poi - in omaggio a Springsteen - sono attese anche quattro presentazioni letterarie: l’11 maggio alle 18 la scrittrice romana Patrizia De Rossi illustrerà il suo "Bruce Springsteen - The last man standing". Il 13 maggio, alla stessa ora, all’accademia Ferrara (piazzetta Giovanni da Tossignano, 2) Luca Miele, giornalista di Avvenire, parlerà invece del suo "Everybody’s got a hungry heart", dall’incipit di una celebre canzone del ‘Boss’. L’evento è inserito nel contesto del Festival della Fantasia edizione 2023. Il 16 maggio, sempre alle 18, nella sala del ridotto, sarà la volta del fotografo Frank Stefanko, che - in collegamento dal New Jersey - presenterà al pubblico il suo volume "Bruce Springsteen. Further up the road". Parteciperanno il sindaco Alan Fabbri, il promoter italiano di Springsteen Claudio Trotta e Guido Harari, fotografo e giornalista musicale che esporrà i suoi scatti di artisti internazionali a palazzo dei Diamanti dal 19 luglio. Le immagini di Stefanko sono state scelte per alcune copertine degli album del rocker. Conclusione del programma di eventi con un altro grandissimo nome: Ferrara accoglierà infatti (il 17 maggio alle 18, sempre al ridotto) Eshkol Nevo, scrittore israeliano, nipote di Levi Eshkol, terzo Primo ministro di Israele. Nevo ha definito Bruce Springsteen uno dei suoi miti e gli ha dedicato diverse citazioni in articoli e interviste. Il programma Waiting for Bruce a Ferrara prevede anche 13 concerti (al via da venerdì 5 maggio, alle 20 al bar Ludovico Ariosto di via Palestro 9, con Leo Meconi & Load Trio). E dal 17 al 19 maggio al parco Marco Coletta, vicino alla stazione, aprirà i battenti lo Springsteen Village, con musica, accoglienza turisti e fan a cura dello Iat e stand con prodotti tipici. Insomma - ha spiegato l’evento project manager Nando Ferioli - con tutte queste iniziative abbiamo voluto proporre un autentico ‘evento nell’evento’, per creare tante occasioni di festa, di socialità, di condivisione in un percorso che porterà la città a confrontarsi con un appuntamento epocale".

Federico Di Bisceglie