Carife, Federconsumatori allerta su tempi troppo stretti per ottenere i ristori

Federconsumatori lancia l'allarme: troppo poco tempo per i risparmiatori traditi di Carife per comunicare la modifica dell'Iban e ottenere i ristori. Assemblea il 3 luglio.

Troppo poco tempo per i risparmiatori traditi di Carife per comunicare la modifica dell’Iban e ottenere i ristori. L’allarme arriva da Federconsumatori. "A seguito dell’approvazione degli emendamenti alla legge istitutiva del Fir e successive modifiche contenute nella legge di conversione del Dl ‘Enti Locali’, approvati ieri con la votazione al Senato senza le modifiche da noi richieste, resta confermato come termine ultimo per comunicare la modifica dell’Iban a cui recapitare gli indennizzi al 31 luglio 2023, in piena estate, senza un’attenta e capillare informazione e, nella migliore delle ipotesi, con circa un mese di preavviso" afferma l’associazione di consumatori. "Questo – prosegue Federconsumatori – rischia di portare da un lato a una mancata informazione ai cittadini interessati, specialmente gli eredi degli aventi diritto all’indennizzo, dall’altro all’altamente probabile collasso del portale su cui si inseriscono le domande, come purtroppo già avvenuto in passato". L’associazione conclude con un appello. "Sollecitiamo comunque Mef, Cncu e Consap a convocare al più presto un incontro con le associazioni dei consumatori". Nel frattempo è fissata un’assemblea per il 3 luglio alle 17 nella sede di piazza Verdi.