Ferrara, 10 luglio 2018 - Incontro lampo, e dall’esito positivo, per la vicenda dei parcheggi a pagamento dell’ospedale di Cona. «La Regione farà la propria parte»: con questa dichiarazione, si prefigura lo stanziamento (extra budget) di oltre 1 milione e mezzo di euro, per evitare l’attivazione dei parcometri almeno sino alla conclusione della metropolitana di superficie. I cui lavori riprenderanno entro fine anno, e richiederanno almeno 900 giorni di cantiere. «Abbiamo fatto valere le nostre ragioni», sottolinea il presidente della Conferenza Sociosanitaria Nicola Rossi, presente al summit assieme al presidente della Provincia Tiziano Tagliani e al direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Tiziano Carradori. Che adesso avrà il compito di interagire con Prog.Este: il consorzio, in queste settimane, ha installato sbarre e casse automatiche in tutte le aree di sosta, preannunciando per il 15 settembre l’avvio del pagamento. Sarà dunque la Regione a compensare Prog.Este per il mancato introito. In mattinata si è svolto il presidio indetto dal sindacato Fials, che già dall’annuncio dell’accensione dei parcometri aveva promosso anche una raccolta di firme. Ora si tratta solo di mettere nero su bianco l’accordo finale che garantirà a utenti e lavoratori il temuto salasso.

Stefano Lolli