Due sanitari positivi al coronavirus all'ospedale di Cona
Due sanitari positivi al coronavirus all'ospedale di Cona

Ferrara, 18 stetembre 2020 - Due dipendenti dell’Azienda Ospedaliera sono stati contagiati dal Covid. E per questo, sono scattati i protocolli di sicurezza con il blocco dei ricoveri in Clinica Medica e la sospensione, temporanea, delle visite dei familiari ai ricoverati. I quali saranno tutti sottoposti al test sierologico e al tampone. La situazione è stata innescata dallo screening che l’azienda sanitaria ha disposto su 64 dipendenti, tutti in servizio presso l’Unità Operativa di Clinica Medica.

Coronavirus, il bollettino in Emilia Romagna

I controlli sono stati innescati da un caso, che si è verificato nei giorni scorsi, di un paziente risultato Covid positivo all’interno del reparto di degenza di Cona. Per questo motivo, a scopo precauzionale, è stato avviato lo screening sierologico quantitativo di tutti i pazienti ricoverati, ad esclusione di quelli già sottoposti al tampone. Inoltre sono stati predisposti i tamponi nasofaringei a tutti gli operatori sanitari. Come ulteriore misura, a tutela della sicurezza, sono state come detto temporaneamente sospese le visite di familiari (o altri prestatori di cura) fino all’arrivo dei referti e alla loro valutazione complessiva, così come sono stati sospesi, sempre temporaneamente, anche i nuovi ricoveri presso la degenza di Clinica Medica.

Il bollettino covid di Ferrara

Oltre ai due sanitari dell’ospedale di Cona, si registrano altri 12 casi di contagio (tre dei quali presentano sintomi). Si tratta, come emerge dal bollettino di Azienda Ospedaliera e Regione, di quattro casi relativi a rientri dall’estero (tre dall’Albania e uno dal Marocco) e cinque casi già in qualche caso noti, legati a focolai familiari.

La distribuzione geografica vede due casi a Bondeno, due a Cento, sei in città, uno a Fiscaglia e uno a Terre del Reno. I ricoverati, nella giornata di ieri, sono stati tre: due persone residenti in città e una di Fiscaglia. Sono 57 poi le persone per cui è stato disposto l’isolamento domiciliare, senza che però questo significhi necessariamente la positività al Covid.

La maestra contagiata

Si conosceranno infine oggi i risultati dello screening disposto dal Dipartimento di Salute Pubblica dell’Azienda Usl sui 14 piccoli alunni della scuola materna comunale ‘Casa del Bambino’ di corso Biagio Rossetti. Una maestra, martedì, è risultata positiva al Covid (ma da alcuni giorni non prestava servizio all’asilo), e questo ha fatto scattare il protocollo di sicurezza per tutto il gruppo-sezione: tampone anche per la collega dell’educatrice risultata positiva e, come detto, per 14 bambini.

La situazione, comunque, non sembra destare particolare allarme, le condizioni di salute di tutti sembrano essere normali. Oggi comunque si conoscerà l’esito dei tamponi, ma per la scuola d’infanzia non sono state disposte al momento altre misure precauzionale, oltre alla sostanziale chiusura di una sezione e alla sanificazione straordinaria di tutti gli ambienti, mensa compresa.