Carabinieri
Carabinieri

Ferrara, 7 luglio 2019 - Ancora un ‘ovulatore’ finito nella rete dei carabinieri. È il diciassettesimo dall’inizio dell’anno. Una contabilità che testimonia la frequenza con la quale gli spacciatori fanno ricorso a questa tecnica (quella appunto di ingoiare gli involucri contenenti la sostanza proibita) per sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine.

L’ultimo episodio di questo tipo è avvenuto l’altra mattina in via Cassoli. Una pattuglia di carabinieri era impegnata in un servizio di controllo del territorio. L’attenzione dei militari si era concentrata sul quartiere ‘Giardino’. I militari hanno notato un soggetto sospetto e hanno deciso di controllarlo. L’uomo, un nigeriano di 31 anni già noto alle forze dell’ordine e regolare sul territorio, ha fatto di tutto per evitare gli accertamenti. Quando ha capito che i militari lo avrebbero bloccato, con una mossa fulminea ha ingerito tre ovuli di cocaina (circa due grammi di peso).

Lo straniero è stato portato all’ospedale dove, al termine degli accertamenti medici, ha espulso gli ovuli ed è stato arrestato.