Violenza
Violenza

Ferrara, 12 settembre 2019 - Con ferite alla nuca e alle braccia e in un fortissimo stato di choc. Così è stata trovata una giovane donna nella notte tra martedì e mercoledì dai carabinieri della Stazione di Ambrogio, insieme ai colleghi della stazione di Jolanda di Savoia e da personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Copparo.

Nell'abitazione, con lei, c'era ancora il suo 'aguzzino', il fidanzato di 34 anni della provincia di Padova, che è stato arrestato con le accuse di  “maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minaccia”. 

La lite, l'ennesima, sarebbe scoppiata per la decisione della vittima di lasciare il ragazzo in quanto violento ed eccessivamente geloso. Dopo essere stata trasferita al pronto soccorso dell’Arcispedale Sant’Anna di Ferrara, dove le sono stati diagnosticati politraumi giudicati guaribili in 5 giorni. 

Una volta tornata in caserma, la donna ha sporto formale denuncia riferendo che da diversi mesi subisce violenze fisiche e psicologiche nonché minacce gravi da parte del proprio fidanzato,aggiungendo di aver tentato più volte di interrompere il rapporto sentimentale con questi ma, per paura delle minacce ricevute, non avrebbe avuto il coraggio di separarsi definitivamente dall’uomo che, in varie occasioni, l’avrebbe anche percossa.

L’arrestato, su disposizione del pubblico ministero di turno, è stato portato alla casa circondariale di Ferrara, a disposizione dell’autorità giudiziaria.