Filippo Venturi vince il premio ’Miglior pizzaiolo emergente’

Migration

Da qualche giorno l’eccellenza ferrarese ha piazzato un altro tassello sul panorama nazionale. ’Me pizzeria e cocktail room’, inaugurato il 22 febbraio scorso, ha infatti inanellato un doppio traguardo: i due spicchi Gambero Rosso e la vittoria del concorso Emergente 2023 per la categoria del centro-Nord, tra i 12 migliori pizzaioli selezionati da Luigi Cremona, noto critico gastronomico. I proprietari del locale sono Michele Mazzanti ed Enrico Colombani ma a portare a casa l’ultimo riconoscimento è stato il pizzaiolo Filippo Venturi, che racconta l’esperienza e la storia del "suo" ristorante. Si tratta infatti di una soluzione gourmet che sta diventando sempre più una ristorazione dedicata e applicata ai lievitati, uscendo un po’ da quella che è la classica pizzeria. "È stata un’esperienza grandiosa – spiega Filippo entusiasta – non solo per la vittoria ma anche perché ho avuto la possibilità di conoscere professionisti di altissimo livello e di avere il parere sul mio prodotto da esperti. La sfida era quella di una pizza senza sprechi: la mia nasce dalla voglia di portare il nostro territorio davanti a tutto il Paese. Quindi le valli e i ricordi delle nonne. La mia è una pizza che ricorda quei profumi che si sentivano con i brodetti di anguilla, con un sugo di pomodoro che profuma da canneto. Il concetto di ‘no waste’ l’ho messo in campo utilizzando l’anguilla a 360 gradi: le code per il brodo con cui si è condito il pomodoro, l’anguilla stessa cotta a bassa temperatura tenendo anche la pelle che in questo modo risultava gradevole. Ho poi inserito una chips di polenta come quella che rimaneva sul fondo delle pentole delle nonne, ed ho inserito una nota salina con la salicornia. Per ultima l’emulsione a base di olio, pecorino, acciuga e alloro". La storia di Filippo è quella di un ragazzo laureato in giurisprudenza che si iscritto di nascosto ad un corso dell’ISCOM; da lì uno stage sotto l’ala di Athos Migliari che lo ha adottato come un figlio e lo ha aiutato insieme ad Angelica Lodi, fino alla presentazione a Michele Mazzanti e all’avvio del progetto al Me. Immancabili i ringraziamenti per un successo così gradevole ed inaspettato "Devo ringraziare Athos e Angelica, ma anche Marco Merighi, le persone che hanno contribuito alla mia crescita personale e professionale. Ringraziamento più grande va alla crew che ha tenuto aperto il locale mentre ero via: hanno aiutato e ci sono sempre stati. E poi un ringraziamento anche a Luigi Cremona e Lorenza Vitali".

Riccardo Condarcuri