Focus sull’agricoltura. La Pietra nella sede Fd’I: "Stop eco-follie, ecco le novità del decreto"

Il sottosegretario, ospite in città, ha incontrato i rappresentanti delle associazioni di categoria: "A breve sarà nominato un commissario per le emergenze granchio blu e brucellosi".

Focus sull’agricoltura. La Pietra nella sede Fd’I: "Stop eco-follie, ecco le novità del decreto"

Focus sull’agricoltura. La Pietra nella sede Fd’I: "Stop eco-follie, ecco le novità del decreto"

Le associazioni di categoria e le principali realtà produttive del territorio erano presenti, venerdì sera, all’incontro con il Sottosegretario all’Agricoltura senatore Patrizio La Pietra nella gremita sede di Fratelli d’Italia a Ferrara. Presenti anche il senatore Alberto Balboni e l’onorevole Mauro Malaguti, membro della commissione agricoltura. "L’obiettivo – ha spiegato Alessandro Balboni, assessore e capolista di FdI alle amministrative - è quello di ascoltare le esigenze della categoria e ricevere proposte per eventuali modifiche al D.L. Agricoltura in conversione al Senato". "Abbiamo riattivato i tavoli di filiera – ha spiegato La Pietra – che in questi anni non erano stati convocati o ascoltati. Abbiamo ripreso il lavoro sui piani di settore, alcuni dei quali risalgono anche al 2008 e talvolta non sono neppure esistenti. Grazie all’attenzione del Governo per l’agricoltura c’è stato un cambio passo anche in Commissione Europea: ciò ha permesso che fossero accolte alcune delle nostre richieste di modifiche alla PAC, che prima era sbilanciata verso la parte ambientale e non di produzione. Anche per questo – ha aggiunto il Sottosegretario – è cruciale che FDI ottenga un risultato importante alle europee, proprio per garantire un presidio contro certe eco-follie". La Pietra ha ricordato: "Abbiamo raddoppiato le risorse investite in agricoltura, da tre miliardi e mezzo a otto e mezzo e siamo al lavoro sugli accordi di filiera, su cui sono stati finanziati due miliardi di euro per soddisfare tutte le richieste". Sul reddito degli agricoltori ha precisato: "Serve evitare una penalizzazione a monte dell’agricoltore con l’obiettivo di una più equa distribuzione del valore all’interno della filiera, anche a favore del consumatore. Ismea deve definire i costi medi di produzione, al di sotto del quale non si potrà comprare. L’agricoltore difficilmente era nelle condizioni di denunciare queste irregolarità, invece ora le verifiche saranno effettuate in automatico sui contratti per sanzionare chi ha abusato della propria posizione dominante a discapito del produttore .Il decreto agricoltura è in questi giorni in conversione al Senato e, grazie agli spunti di voi qui presenti, possiamo migliorarlo". Nel provvedimento è prevista la sospensione delle rate dei mutui per chi, nel 2023, ha perso il 20% del fatturato. Infine, ha annunciato che, dopo la conversione in legge del decreto, sarà nominato un Commissario per la gestione delle emergenze legate al granchio blu e alla brucellosi.

re. fe.