Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
12 giu 2022

"Forestazione urbana Pnrr, ecco i progetti"

Le proposte dei dem riguardano il parco Sud, vicino all’aeroporto e le aree golenali del Po "Ferrara diventi sostenibile"

12 giu 2022

Due proposte di carattere ambientale da candidare ai fondi del Pnrr. La prima, riguarda la forestazione urbana di un’ampia area della città, ripescando il vecchio progetto del ’Parco Sud’, tra l’aeroporto e il casello di Ferrara Sud. La seconda, riguarda la forestazione degli argini del Po. A formularle è la segreteria comunale del Pd, per bocca del responsabile ambientale Giorgio Scalabrino Sasso e del segretario Alessandro Talmelli. "In continuità con i programmi Air Break e Perfect – spiegano – sollecitiamo la rivalutazione dell’ipotesi del recupero del progetto del Parco Sud: progetto che avrebbe già messo a disposizione della città ben 160 ettari di verde pubblico nella zona adiacente all’aeroporto.

Un’area sulla quale, ad oggi, si sarebbe già potuto realizzare una vera e propria forestazione urbana con la piantumazione di circa 160mila piante". "Nella nostra visione di prospettiva della forestazione della città per una decisiva lotta ai cambiamenti climatici – proseguono – vogliamo che vengano inclusi anche i territori più periferici al centro, quindi le frazioni. Nel nostro progetto vogliamo inserire due elementi fondamentali in una logica di integrazione delle funzioni che vada oltre alla sola cattura della Co2 necessaria per contrastare gli effetti nefasti del riscaldamento globale, ma anche al suo utilizzo quali luoghi del benessere e di cura di alcune patologie come quelle oncologiche sulla scorta delle esperienze dei Maggies Centers già ampiamente sviluppati in Gran Bretagna". Il secondo progetto riguarda, come detto, la forestazione degli argini del Po che dovrebbe coinvolgere, secondo il Pd, "tutte le amministrazioni rivierasche, la provincia di Rovigo in sintonia con gli auspici contenuti nel recente Patto per il Lavoro e il Clima – Focus Ferrara". Il piano, concludono Talmelli e Sasso "potrebbe trovare collocazione all’interno delle linee di indirizzo contenute nel Pnrr alla Missione 2 in favore della ’Rinaturazione delle aree del Po’ collegando tutte le aree naturalistiche già presenti ed ampliandone i confini. Ferrara ha tutte le potenzialità per diventare la capitale europea della sostenibilità".

f. d. b.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?