L'esercito sotto il Grattacielo (Businesspress)
L'esercito sotto il Grattacielo (Businesspress)

Ferrara, 27 luglio 2020 - Non solo controlli e prevenzione ma anche cultura e musica. La ricetta del Comune per la rinascita del quartiere Giardino – e in particolare dell’area verde ai piedi del Grattacielo ( foto ) – è quella di introdurre alcuni eventi per fare da ‘contraltare’ all’attività pressante di contrasto alla criminalità. E l’estate ai piedi del Grattacielo ha già alcune date cerchiate in rosso nell’agenda del vicesindaco Nicola Lodi. Si tratta di venerdì 7 e giovedì 20 agosto. Ma qual è il "grande evento" che in quelle date si svolgerà nel cuore della zona Gad? Al momento, il dettaglio rimane top secret. Così come i nomi dei protagonisti che si esibiranno. Quello che invece è già possibile anticipare sono la natura dell’iniziativa e, appunto, la location. Si tratterà di due concerti di musica classica che si svolgeranno proprio nei giardini di viale Costituzione. "L’idea – rivela Lodi – è quella di allestire una sorta di arena musicale nel parchetto. Uno spazio in grado di ospitare fino a duecento persone, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid".

A quanto sia apprende, la macchina organizzativa sarebbe già avviata. Mancano solo alcuni dettagli da limare prima di dare il via libera definitivo al progetto. Su chi siano gli ospiti, però, il numero due della giunta per il momento mantiene il massimo riserbo. "A breve lanceremo l’evento con tutti i dettagli – anticipa –. La sfida che ci siamo proposti con questa iniziativa è di portare nel giardino del grattacielo persone che, in altri periodi, non lo avrebbero mai frequentato". L’arena musicale, che sarà protagonista nelle due serate del mese di agosto, si va ad aggiungere a un piano più ampio, già illustrato in passato, per la riqualificazione di un parco storicamente piazza di spaccio della città. Il Comune ha infatti già in programma un progetto che prevede la recinzione del giardino di viale Costituzione, l’installazione di cancelli e la realizzazione, al suo interno, di campetti da gioco, giostrine per bimbi e un nuovo ‘arredamento’ fatto di vialetti e vegetazione. Stando alla road map dell’amministrazione, il piano dovrebbe entrare nel vivo dopo l’estate ed essere operativo a partire dai primi mesi dell’anno prossimo. A tracciare le tempistiche è sempre Lodi. "Per quanto riguarda il cosiddetto ‘Piano parchi’ – assicura – a settembre partiremo con le gare d’appalto per poter iniziare i lavori già a partire dall’autunno. L’obiettivo finale è di arrivare alla conclusione per la primavera dell’anno prossimo".