Quotidiano Nazionale logo
17 apr 2022

Il percorso spirituale per scoprire Gesù e la resurrezione

La risurrezione di Gesù è un evento che i discepoli scoprono in un percorso di conoscenza spirituale. La relazione evangelica pone in evidenza l’ansia di Maria Maddalena di visitare la tomba di Gesù. Il giorno dopo il sabato, la mattina ancora buio, si reca al sepolcro. La spinge l’affetto per Gesù, il cui corpo aveva già unto di nardo puro durante una cena. Un’azione, interpretata da Gesù come se fosse stata fatta in previsione della sua sepoltura. Maria si sentiva legata a lui, lo amava con tutta sé stessa e non lo nascondeva. Alla tomba la sorprende una novità inattesa: la pietra del sepolcro è rotolata via e l’ingresso è spalancato. Pensa al furto del cadavere e torna indietro di corsa per informare Pietro e Giovanni. I due discepoli si precipitano. Giovanni arriva per primo al sepolcro. Vede, ma entra quando giunge anche Pietro. Constatano la posizione dei teli, svuotati del corpo, e il sudario, che copriva il volto del defunto, da parte. Sono interdetti. Li prende una stretta al cuore, sopraffatti da mille supposizioni. Giovanni percepisce il mistero. La risurrezione di Gesù non si fonda sulla ragione. È un evento, che si comprende alla luce della Scrittura. Rientra nel piano divino di salvezza portato a termine dall’obbedienza di Gesù fino alla croce, trasformata in causa di vittoria sul potere della morte. Credere la risurrezione di Gesù comporta un cammino d’amore come lo ha vissuto Maria Maddalena: non ha risparmiato nulla, pur di amarlo come il suo tutto. Tale amore nasce in quanti seguono Gesù e ne comprendono la personalità di salvatore degli uomini. Giovanni è il vero discepolo. Il percorso verso Cristo risorto si compie all’interno di una comunità, riconosciuta nella persona di Pietro, al cui arrivo Giovanni entra nel sepolcro e constata i segni di una passione, trasformata in sorgente di vita. La fede cristiana ha il suo fulcro nella risurrezione di Gesù, si sviluppa nell’unione d’amore con fratelli e sorelle, che testimoniano la realtà della vita nuova, manifestazione della presenza di Gesù risorto.

Padre Tiziano Pegoraro

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?